Abbio: "Spissu gioca con autorità. Ramagli sta gestendo benissimo la situazione" - 4 gen

Scritto da  Gen 04, 2017

 

 

Tre scudetti, una Supercoppa, quattro Coppe Italia e due volte l’Eurolega. Questo il palmares di Alessandro Abbio con la Virtus, dal 1994 al 2002. In vista del derby lo abbiamo contattato per parlare della sfida di Basket City, ma anche del momento delle V nere.

Mi fa piacere vedere ragazzi giovani che hanno un minutaggio importante” dice Abbio.  “Poi, mi ha impressionato Spissu per l’autorità con la quale gioca. Oltre a questo, la Virtus può contare anche su una coppia di americani, scelti in maniera oculata. Ramagli ci sa fare e sta gestendo la situazione al meglio. Speriamo che continuino così. Giocatore nel quale mi rivedo? Non saprei dire un giocatore nel quale mi rivedo. Non ho una conoscenza così profonda per dirlo”.

Di derby ne ha giocati tanti. Chi meglio di lui per parlarci di quello che si giocherà il 6 gennaio. La sfida numero 104 tra Virtus e Fortitudo. “Il derby è un appuntamento atteso da tutti. Dalla città, dai tifosi e dagli addetti ai lavori. Torna dopo diverso tempo in una città che vive il basket in maniera unica. La passione e l’amore per i colori ti fanno stare accanto alla squadra, nonostante tutte le difficoltà che si incontrano. L’attesa del derby c’è chi la vive con tensione e chi invece con tranquillità. Ricordo gli anni in cui i derby si giocavano in Eurolega, quando Basket City dominava anche in Europa. Questo derby si gioca in A2, ma vale lo stesso la supremazia cittadina. In ogni caso, dopo la gara il campionato è ancora lungo. Per chi perde sarà importante non farsi condizionare dal risultato del derby".

 foto Virtus.it

Ultima modifica il Mercoledì, 04 Gennaio 2017 17:37
Andrea Bonomo

Abruzzese trapiantato a Bologna, scrive per 1000 Cuori Rossoblu da Ottobre 2014.