Ramagli: “L’imperativo è azzerare e ripartire” – 8 Feb

Scritto da  Feb 08, 2017

Commenta in tal modo, il condottiero della barca bianconera Alessandro Ramagli, la sconfitta interna subita per merito della Bondi Ferrara.

"Peccato. Dobbiamo semplicemente lavorare insieme e trovare il nostro ritmo. Abbiamo fatto segnare gli avversari con grande facilità. Loro stessi, alla vigilia, l’avevano definita una partita chiave, jolly. Nella seconda metà della gara abbiamo recuperato e combattuto. Bruttini si inserisce bene quando anche la squadra è in forma. Sapevamo che questo match sarebbe stato complicato. Sicuramente non c’è mancato lo spirito, ma ci prendiamo la sconfitta. Non so come stia Lawson. Le energie devono uscire prima, non solo nel rush finale; ovviamente è sempre meglio condurre la partita piuttosto che rincorrerla. Non parlo di arbitri. Il canestro era irregolare, ma questo fa parte del gioco; non dobbiamo cercare alibi, paghiamo a caro prezzo i nostri errori. Poi evidentemente il gruppo di Ferrara ci porta sfortuna... Attualmente prevale l’amarezza. Necessitiamo di più equilibrio e serenità. Il nostro obiettivo è di essere migliori di noi stessi. Le nostre difficoltà attuali sono negli occhi di tutti. Abbiamo avuto la palla per vincere, ma l’abbiamo clamorosamente gettata al vento".

Ultima modifica il Mercoledì, 08 Febbraio 2017 03:01
Francesco Livorti

Studente universitario di economia a Ferrara, appassionato di giornalismo, in particolar modo di tutto ciò che riguarda il mondo del Bologna FC. Una pagina della sua anima è dedicata a Basket City; grazie a 1000 Cuori Rossoblu.