Ramagli: "Vogliamo rifarci. Sarà dura, ma andremo a Forlì per vincere" - 01 Apr

Scritto da  Apr 01, 2017

 

Ramagli in conferenza stampa. Vigilia di Forlì – Virtus.

 

Nel giorno del suo compleanno, coach Ramagli introduce così gli avversari di domani: “Forlì è una squadra che ha sostanzialmente cambiato pelle. Hanno acquistato ben cinque giocatori che, di fatto, sono diventati i titolari, relegando così il precedente quintetto base nel ruolo di cambi”.

 “I nostri avversari stanno attraversando un ottimo periodo di forma, poiché arrivano da quattro vittorie in fila. Tali risultati, dovuti anche al cambio della guida tecnica (Valli, ex di turno), hanno portato grande entusiasmo nell’ambiente, che ora vede allontanarsi lo spettro della retrocessione. Forse riusciranno anche ad evitare i play out, ma sarà il campo a parlare”.

 

Il coach bianconero si è poi soffermato nella descrizione del roster romagnolo, ponendo l’attenzione su come ora gli uomini di Valli siano una squadra molto ben assortita in ogni reparto.

“Adegboye è il nuovo play, mancino, in grado di mettere in ritmo i compagni grazie ad una buona visione di gioco. A lui si aggiunge Malvin Johnson, arrivato da Varese (A1). La guardia statunitense, classe ’93 e prodotto di VCU Rams, ha nel tiro da tre un’arma da non sottovalutare, così come la sua fisicità che potrebbe darci fastidio. Amoroso è un giocatore di esperienza, di doppia dimensione poiché può giocare sia come centro che in posizione di 4”.

 “Inoltre possono contare su Bonacini, vero leader emotivo del gruppo, Ferri ottimo cambio del play, e sulla coppia Pierich-Rotondo come alternative sotto le plance”.

 

Sarà dunque una gara complicata, in un campo difficile, in cui il tifo caloroso del pubblico romagnolo non aiuterà di certo i bianconeri che, però, a detta del proprio allenatore sono pronti per affrontare tale impegno.

“Verifico quotidianamente la condizione della mia squadra, avendo ben chiare in mente le cose sulle quali ancora dobbiamo migliorare”.

 “Domani mi attendo un passo in avanti sotto l’aspetto della fisicità e anche dal punto di vista emotivo, due elementi che ci sono mancati nella trasferta di Trieste. Per questo vogliamo rifarci subito e sappiamo che conteranno tutti gli aspetti: tecnici, tattici ed psicologici”.

 “Rispetto alla prima parte della stagione, ora siamo sostanzialmente al completo. Queste sono occasioni ghiotte per far crescere il livello di condizione della squadra, oltre agli aspetti già precedentemente citati. Siamo pronti per farlo a partire da domani, poiché vogliamo aggiornare il nostro score in trasferta. Cerchiamo la vittoria numero otto”.