CorrBo: Virtus, Casale è alle spalle: la rivincita di Ramagli - 8 mag

Scritto da  Mag 08, 2017

 

 

Solo pochi giorni fa la posizione di coach Alessandro Ramagli era tutt'altro che sicura. Anzi, si era parlato di un possibile sollevamento dall'incarico, a fronte delle difficoltà incontrate dalla Virtus contro Casale. Adesso invece è tutto alle spalle, la doppia vittoria esterna ha chiuso la serie e proiettato la Virtus ai quarti di finale dei play-off A2, e l'ambiente può finalmente rilassarsi. Come scrivono sul "Corriere di Bologna" in edicola oggi, è facile parlare adesso di un Casale che aveva dato tutto, che non ne aveva più: la sconfitta in gara 2, il momentaneo 1-1 della serie, aveva portato in tanti a mormorare. Molti di quelli, oggi, festeggiano le due vittorie esterne che hanno chiuso la serie. Per Ramagli è una rivincita: "Non c'era niente di facile. Due vittorie su questo campo, contro questa bella squadra e questo bel pubblico, una netta, l'altra comunque dopo una gran battaglia venerdì, sono un gran bel segnale" dice il coach, che poi analizza gara 4 (noi lo abbiamo fatto QUI) parlando di una squadra che è stata avanti per 39 minuti, sempre lucida ed equilibrata, che ha concesso qualcosa nel finale ma mantenendo sempre uno scarto molto alto. E ribadisce: "Sull'1-1 (dopo gara 2) non era affatto scontato." 

La Virtus adesso guarda avanti: potrà riposare un po', ma già domenica sarà tempo di quarti di finale. Avversaria Roseto, che Ramagli ricorda "ha uno stile completamente opposto da Casale, ha talento, ci mette un attimo a metterti in buca. Sarebbe un gravissimo errore pensare che siano quelli che abbiamo incontrato all'ultima di stagione regolare". Per allora, per domenica, ci saranno da recuperare Spissu e Spizzichini, mentre si potrà contare su Klaudio Ndoja, uno dei migliori fin qui e che a gara finita, mentre Casale abbraccia la sua squadra, è già proiettato al prossimo impegno: "Lo schiaffo di gara 2 ci ha svegliato, ci siamo guardati negli occhi e abbiamo capito che bisognava cambiare passo. Ho sentito anche commenti che mi hanno fatto male, ma se restiamo questi, se guardiamo solo a noi stessi, possiamo fare molta strada". Insomma, sotto con Roseto, la V nera c'è.

foto: Schicchi/Il Resto del Carlino

Ultima modifica il Lunedì, 08 Maggio 2017 10:38
Simone Cola

Scrive per 1000 Cuori Rossoblu dal 2013, è anche autore del blog "L'Uomo nel Pallone" in cui scrive di storie dei calcio