Cusin a Milano e l'ipotesi Burns. La Fortitudo rimane così? - 28 Lug

Scritto da  Lug 28, 2017

Marco Cusin è un nuovo giocatore di Milano. A sorpresa l'Olimpia si assicura le prestazioni dell'ex Avellino, che era stato cercato anche dalla Fortitudo e da Brescia.

PROPOSTE. La Effe aveva messo sul piatto un triennale, mentre Brescia un 1+1. La distanza con la Leonessa era proprio su questo, con Cusin che chiedeva un biennale. Alla fine è arrivata Milano. Il mercato dell'Olimpia sembrava chiuso con l'arrivo di Cory Jefferson. Poi, nella serata di mercoledì c'è stata un'accelerata per portare il lungo alla corte di Pianigiani. Il coach di Milano lo conosce bene avendolo già allenato in Nazionale.

IPOTESI. Adesso la Fortitudo dovrebbe restare così. Con cinque lunghi, o meglio con quattro lunghi più uno. E questo in virtù del fatto che Italiano tenderà a spostarsi verso il ruolo di ala piccola. L’ipotesi più accreditata è che non vengano fatti ulteriori innesti. Con gli interventi sul mercato che potrebbero arrivare a campionato in corso, come accaduto con Valerio Amoroso e Daniele Cinciarini nelle passate stagioni. Ma c’è l'ipotesi che riguarda Christian Burns. Il giocatore ha passaporto italiano ma per giocare da tale deve essere convocato in Azzurro in una manifestazione importante (in questo caso i prossimi Europei). Dunque, bisognerà attendere almeno la metà di agosto quando Messina renderà noti i convocati per Eurobasket. E non è escluso che prima di quella data, all’ex Brescia possano arrivare altre offerte importanti. In più, in caso di convocazione, le offerte per Burns aumenterebbero visto che chi lo prende potrebbe schierarlo come italiano. Ecco perché è una pista non semplice. In ogni caso, contatti per il giocatore ci sono stati ed è un profilo che piace.

Andrea Bonomo

Abruzzese trapiantato a Bologna, scrive per 1000 Cuori Rossoblu da Ottobre 2014.