Memorial Porelli alla Virtus. Battuta Ferrara 92-53 - 27 Ago

Scritto da  Ago 27, 2017

 

Primo impegno del precampionato per la Virtus di Alessandro Ramagli. I bianconeri sfidano Ferrara, a Loiano, nel Memorial Porelli.

 

 

LA PARTITA (24-8; 49-16; 75-31; 92-53) - La Virtus parte subito bene. Primi minuti di alta qualità, nei quali le V nere creano un vantaggio che, poi, devono solo gestire. Arrivano buone risposte per Ramagli, anche dai giovani (Petrovic e Jurkatamm). Mentre Guido Rosselli continua a recitare il ruolo di play aggiunto. Ma dei primi due quarti, resta soprattutto il tuffo di Alessandro Gentile per recuperare un pallone vagante sul 35-10. Decisamente un bel segnale, in uno scrimmage che non ha avuto storia. All'intervallo lungo il tabellone recita 49-16. E nel terzo quarto, Lawson trova gloria anche dall'arco. Due triple consecutive del lungo bianconero, portano la sfida sul 63-24. Tra le fila dei bianconeri, minuti anche per gli ultimi arrivati Oliver Lafayette e Marcus Slaughter. Mentre ha riposato Alessandro Pajola.

POSTPARTITA - Queste le parole di Rosselli a fine partita. "Sono stato scelto come il capitano della Virtus. Un onore ricoprire questo ruolo in una società che ha scritto la storia della pallacanestro italiana. Dobbiamo ripartire da quello spirito che è stato fondamentle lo scorso anno. E Ramagli ci ha fatto vedere un breve video di quello che abbiamo fatto l'annata passata. Un video nel quale c'erano le giocate di chi ha lasciato la Virtus dopo la promozione. Se siamo andati in A è perché siamo stati una vera squadra dentro e fuori dal campo. La gente ci ha dato una grande spinta e anche loro sono ripartiti dallo spirito dello scorso anno".

Gentile: "È ancora presto, abbiamo fatto solo dieci giorni di allenamento. Ma ci tenevamo a far bene e a mostrare una bella faccia. Per noi ogni giorno sarà importante per costruire la chimica di squadra. È sempre bello vedere questo entusiasmo, che sarà fondamentale per fare bene. All'inizio della preparazione è sempre dura. Era tanto che non giocavo, ma Voltolini è molto bravo e ci sta preparando nel modo migliore possibile".

Ramagli: "In sette giorni abbiamo fatto dodici allenamenti. Non c'è stato un giorno in cui la squadra abbia avuto un cattivo atteggiamento e, per questo, mi aspettavo questo tipo di partita. In una partita in cui eravamo avanti di trenta, ci siamo buttati per recuperare un pallone per due volte. Il video? Mi sembrava giusto far conoscere ai nuovi l'eredità della squadra dello scorso anno. Per questo ho fatto vedere le giocate di chi è andato a giocare altrove".

foto: Virtus

 

Andrea Bonomo

Abruzzese trapiantato a Bologna, scrive per 1000 Cuori Rossoblu da Ottobre 2014.