Fortitudo: il primo posto è tuo. Battuta Imola in rimonta - 19 Feb

Scritto da  Feb 19, 2018

LA PARTITA. Parte molto bene Imola, che dopo due minuti è già avanti 2-9. Mentre gli ospiti trovano con continuità la via del canestro – con Alviti e Prato che realizzano nove degli undici punti di Imola – la Effe fatica in attacco. Comuzzo non può far altro che chiamare timeout. All'uscita dal minuti, Cinciarini piazza quattro punti consecutivi. Sono i canestri che rimettono un solo possesso tra le due squadre (8-11). Ma non basta per trovare la parità. La squadra di Cavina, infatti, torna quella dei primi minuti. Arriva il più nove, con un tripla di Alviti. E il vantaggio tocca anche la doppia cifra. Il vantaggio matura anche grazie alle percentuali dal campo di Imola, che a fine primo quarto tira col 63%. E nel secondo quarto piazza tre triple che valgono il più sedici (22-38). La Fortitudo accusa il colpo. A svegliarla ci provano Chillo e Amici. È proprio un fallo e canestro di quest'ultimo ad alimentare il parziale di 6-0 che riavvicina i biancoblù. Ma è un fuoco di paglia, perché Imola continua a tirare benissimo. All'intervallo lungo le statistiche dicono che la squadra di Cavina sta tirando con 8/17 da tre. All'uscita dagli spogliatoi si vede tutt'altra Fortitudo, soprattutto in difesa. A guidarla è capitan Mancinelli. Imola, però, continua a tirare con percentuali ai limiti dell'irreale. Questo le consente di restare a distanza di sicurezza. Se a questo si aggiunge anche un fallo – con tecnico annesso a Cinciarini per proteste – fischiato su un tiro da tre di Prato si capisce perché la Fortitudo non riesca a riportare lo svantaggio sotto la doppia cifra. Ma la squadra di Comuzzo dimostra, per l'ennesima volta, di avere il carattere per rientrare. Anzi, per pareggiare e poi sorpassare Imola. Il primo vantaggio arriva solo a fine terzo quarto. Due triple, di Fultz ed Italiano fanno 64-64. Ma il coniglio dal cilindro lo estrae McCamey, con un canestro pazzesco. Quello che vale il 68-66 all'ultimo mini intervallo. Nell'ultimo quarto, sale in cattedra Alessandro Amici. La sua tripla vale il 74-68 a poco meno di otto minuti dalla fine. La squadra di Cavina non molla. A togliere le castagne dal fuoco ci pensa ancora una volta una tripla di Mancinelli. 79-72 a 32'' dalla fine e timeout Imola. All'uscita dal minuto, Wilson trova un fallo e canestro che riapre la sfida. Poi, Alviti piazza la tripla del meno due a 16'' dalla fine. Comuzzo chiama ancora minuto. Rosselli trova il due su due ai libri che vale il più quattro. Ma Bell piazza la tripla del meno uno. Imola avrebbe anche la palla per vincerla. La tripla di Alviti, però, si infrange sul ferro. Vittoria e primato solitario per la Fortitudo.Quinta vittoria consecutiva per Comuzzo da capo allenatore.

 TABELLINI (16-25 38-48; 68-66; 83-81) Consultinvest Fortitudo: Boniciolli ne, Cinciarini 19, Mancinelli 21, Fultz 5, Montanari ne, Chillo 7, Gandini 4, Amici 10, Rosselli 4, Pini 2, Italiano 4 McCamey 7. All. Comuzzo.

Andrea Costa Imola: Turrini ne, Bell 15, Alviti 15, Maggioli 8, Cai ne, Wilson 12, Gasparin 7, Prato 21, Toffali ne, Rossi ne, Penna, Simioni 3. All. Cavina.

Ultima modifica il Lunedì, 19 Febbraio 2018 23:36
Andrea Bonomo

Abruzzese trapiantato a Bologna, scrive per 1000 Cuori Rossoblu da Ottobre 2014.