Palla a due fra Bologna e Villafranca. Palla a due fra Bologna e Villafranca. Foto di Lele Carl Malaguti.

Bad Girls: una Matteiplast cinica ed affamata annulla l’Alpo e vola in finale – 24 Feb

Scritto da  Feb 24, 2018

Semifinali di Coppa Italia, sfida che si presenta davvero ostica sulla carta per la Progresso Matteiplast che trova sul suo cammino l’Alpo Villafranca, formazione veronese in grado di imporsi nella giornata di ieri sulla corazzata di San Giovanni Valdarno per 63-70. La formazione bolognese d’altro canto ha avuto ragione della più quotata Geas Sesto San Giovanni, in una gara in bilico fino all’ultimo e decisa dai liberi di D’Alie a dodici secondi dalla fine, vittoria che ha dato una carica pazzesca a tutto il gruppo ed all’ambiente che circonda la squadra di Giroldi.

Il primo quarto viene inaugurato dall’appoggio in transizione di D’Alie sulla palla rubata da Tassinari, che trova la pronta risposta di Zampieri, lasciata colpevolmente troppo sola e che colpisce da dietro l’arco. Nel successivo possesso Vespignani punisce dalla media distanza, prima che Tassinari realizzi uno splendido sottomano, conquistando qualche secondo più tardi anche due liberi su un ribaltamento di fronte, entrambi realizzati. Le venete ribattono colpo su colpo grazie alle iniziative di Vespignani, alle quali risponde D’Alie con una tripla che trova solo il fondo del cesto. Sempre la play della Progresso si esibisce in un appoggio a canestro nel traffico che vale il pareggio, riuscendo anche a vanificare i due liberi segnati da Zampieri con un jumper dal pitturato dopo aver eluso la marcatura strettissima della play avversaria, fissando il punteggio sul 13 pari al termine del primo periodo.

Il gioco riprende con una fase ad alta intensità delle due squadre, che nonostante i numerosi sforzi però risultano sterili offensivamente. A sbloccare la situazione ci pensa Tassinari con due su due dalla lunetta dopo due minuti e trenta di gioco, ai quali risponde prontamente Mancinelli con un appoggio in penetrazione. Il libero di Mancinelli riporta momentaneamente in vantaggio l’Alpo, che soccombe nuovamente sotto i colpi della Progresso, grazie alla numero sette felsinea che è brava ad insaccare dalla media distanza. Sul finire del quarto, D’Alie si inventa una finta su un ribaltamento di fronte che disorienta totalmente la marcatrice, andando a depositare in fondo al sacco un comodo sottomano per sigillare il risultato sul 19-16 all’intervallo lungo.

Al rientro dagli spogliatoi la Progresso riprende da dove aveva lasciato, con D’Alie che allunga con una bomba da distanza siderale, seguito da un piazzato dall’angolo di Nannucci per il +7 felsineo. Zampieri porta una boccata d’ossigeno allo score dell’Alpo, ma Brevini risponde con due appoggi sotto canestro consecutivi, dando continuità alla buona prestazione di ieri. A quattro dal termine Nannucci manda al bar la diretta marcatrice dal pitturato, alla quale risponde Mancinelli centrando il bersaglio da dietro l’arco. Storer e D’Alie contribuiscono alla causa della Progresso, che allunga fino alla doppia cifra, un vantaggio rotondo rosicchiato dalla tripla di Zampieri. Con il tempo agli sgoccioli Brevini segna due punti pesanti con un bell’appoggio al tabellone, vanificato dal tiro da tre di Vespignani.

L’ultima frazione di gara vede andare subito a segno le veronesi con i due liberi di Zanella, uniche realizzazioni dei primi due minuti di gara, dopo i quali Storer si inventa un canestro dall’angolo fondamentale. Fase di gioco ad altissima tensione per le biancoblù, con i due canestri di D’Alie e Storer per il +10 a sei dal termine, ai quali segue il centro di Zampieri dal pitturato. Cordisco rileva la numero due petroniana ed entra subito in clima partita attaccando in penetrazione ed appoggiando al tabellone per due punti facili, seguiti da un tiro in sospensione di Tassinari ad alto coefficiente di difficoltà, che trovano replica nelle mani di Zampieri dalla lunga distanza. Sempre la giocatrice numero 15 dell’Alpo accorcia dalla lunetta realizzando entrambi i tiri addizionali, abbassando ulteriormente il gap con le biancoblù grazie ad un tiro problematico realizzato dallo spicchio più distante di campo per il -1 veronese. D’Alie a tre dal termine va ai liberi per una trattenuta di Vespignani, segnandone uno su due ed alzando il distacco sui due possessi, che vengono portati a tre dai successivi due realizzati da Tassinari che chiudono definitivamente i giochi sul 53-47 per la squadra di Giroldi.

Vittoria di grandissimo carattere della Progresso, che prende le redini della gara dal secondo parziale e non le abbandono fino allo scadere del tempo agguantando una finale meritatissima, grazie ad una straordinaria prestazione corale e ad una Rae D’Alie che con i suoi 22 punti ripartiti equamente durante tutta la gara, ha spezzato le velleità avversarie.

La finale si disputerà domani alle ore 17 presso il Palacima di Alessandria, dove Bologna dovrà contrastare l’opposizione di una squadra fra Crema e Palermo, che si giocheranno l’accesso all’ultima partita del Torneo oggi alle ore 16.

 

Parziali

Primo quarto: 13-13

Secondo quarto: 6-3

Terzo quarto: 16-12

Quarto quarto: 18-19

Finale: 53-47

 

Marcatrici

 

Progresso Matteiplast Bologna

D’Alie 22, Tassinari 12, Storer 7, Brevini 6, Nannucci 4, Cordisco 2

Alpo Villafranca Verona

 

Zampieri 28, Vespignani 9, Mancinelli 6, Zanella 2, Dell’Olio 2

Lele Carl Malaguti

Emanuele Malaguti, piú comunemente noto come Lele Carl, aspirante giornalista, appassionato di tutte le discipline sportive, in primis calcio e basket. Tifoso del Bologna Fc, della Fortitudo e dei Boston Celtics, regista e speaker radiofonico, irriducibile sognatore..