Treviso espugna il PalaDozza. Fortitudo battuta 78-82 - 18 Mar

Scritto da  Mar 18, 2018

 

LA PARTITA. Boniciolli lancia subito Okereafor nello starting five. I primi due punti in maglia Fortitudo portano avanti la squadra di Boniciolli. Il tutto, dopo che Treviso aveva costruito il primo vantaggio con i tiri dall'arco. È proprio una tripla di Imbrò a portare gli ospiti sul più sette. Sul 14-21, Boniciolli chiama timeout per cercare di fermare il buon momento di Treviso. Dopo il minuto, una schiacciata di Amici sembra svegliare i padroni di casa. Ma gli uomini di Pillastrini sono bravi a mantenere il vantaggio. E chiudono sul più otto al primo mini intervallo, dopo un tap in di Fantinelli a fil di sirena. Troppi i 28 punti subiti dalla Effe in soli dieci minuti. Il resto lo hanno fatto le percentuali di Treviso, che ha tirato con 4/6 dall'arco. Mentre le prime triple della Fortitudo arrivano solo nel secondo quarto. Le firma tutte e tre McCamey. Sono le giocate che valgono la parità a 6' dall'intervallo lungo. Verso la fine del secondo quarto sono sei punti consecutivi di Italiano a mandare le squadre negli spogliatoi sul 48-44. McCamey è protagonista della sfida anche nel terzo quarto. Treviso si aggrappa alle giocate di Swann per rimanere a contatto e poi pareggiare i conti. Sono le sue giocate a portare la sfida sul 60-60. È il prologo del nuovo vantaggio degli ospiti, che all'ultimo mini intervallo guidano la sfida 64-66. Negli ultimi dieci minuti continua a regnare l'equilibrio. A 6' dalla fine c'è un solo punto a dividere le due squadre. Mancinelli trova due triple dal peso specifico enorme in uno dei momenti più caldi della sfida. Ma è ancora Mccamey a riportare avanti la Fortitudo. Sul 75-78, la squadra di Boniciolli ha più volte la palla del pareggio. I biancoblù, però, non riescono a trovare la tripla del 78-78. A 35'' dalla fine, e sul 75-79, Boniciolli chiama timeout. Mancinelli, ancora dall'arco fa meno uno. Questa volta il minuto lo chiama Pillastrini. Imbrò si guadagna un fallo che lo manda in lunetta. La mano del giocatore di Treviso trema sul primo dei due liberi. L'uno su due vuol dire 78-80 a 20'' dalla fine. La Fortitudo, dall'altra, non trova la via del canestro. A mettere il punto esclamativo sulla vittoria di Treviso sono due liberi di Imbrò. Vince Treviso 78-82.

 

 

 

TABELLINI (20-28;48-44; 64-66; 78-82). Consultinvest Fortitudo: Cinciarini 7, Mancinelli 13, Okereafor 2, Fultz, Murabito ne, Montanari ne, Chillo 5, Gandini 4, Amici 6, Rosselli 11, Italiano 12, McCamey 18. All. Boniciolli.

 

 

 

De Longhi Treviso: Brown 22, Sabatini 10, Rota ne, Bruttini 2, Swann 10, musso 3, Antonutti 6, Barbante ne, Imbrò 8, Fantinelli 11, Negri ne, Lombardi 10. All. Pillastrini.

 

Andrea Bonomo

Abruzzese trapiantato a Bologna, scrive per 1000 Cuori Rossoblu da Ottobre 2014.