La Fortitudo fa sua gara 1 contro Agrigento - 30 Apr

Scritto da  Apr 30, 2018

Pozzecco sceglie di lasciar fuori McCamey dai dieci. Mentre torna Amici, assente a Mantova per un attacco influenzale. Sotto gli occhi di Yakhouba Diawara – che torna al PalaDozza a distanza di dieci anni – la Fortitudo fa sua gara uno. Gara indirizzata già dopo i primi due quarti.

LA PARTITA. La Fortitudo prova ad allungare già dai primi possessi. Ma Agrigento è brava a restare lì. La squadra di Ciani si aggrappa alle giocate dei due americani. Sono proprio due punti facili di Williams a fare 10-8. Il tutto, prima che Evangelisti trovi la tripla che vale il primo vantaggio degli ospiti. Sorpasso e controsorpasso, firmato da Rosselli. Il primo break importante porta tutto la sua firma. Ciani è costretto a chiamare un timeout, che non interrompe il buon momento della Effe. E, dopo i primi dieci minuti, la Fortitudo è avanti di sei lunghezze. Nel secondo quarto, Italiano è costretto ad accomodarsi in panchina. Dopo un contatto fortuito con Lovisotto. Fultz regala il più dieci dalla lunetta (30-20). Mentre Agrigento fa molta fatica a trovare con continuità la via del canestro. Come faceva nel primo quarto. Così, il vantaggio tocca anche il più quindici a 3' dall'intervallo lungo. Un fallo e canestro di Cinciarini porta la gara sul 45-27. A 6'' dalla fine del secondo quarto, Pozzecco chiama timeout. Dopo il minuto arriva un fallo e canestro, che vale il 47-28. Non cambia l'inerzia nel terzo quarto. È un canestro di Mancinelli a valere il più venti (53-33). Ci prova Evangelisti, dall'arco, a svegliare Agrigento. È lui a guidare una timida reazione. Ma la Fortitudo è in pieno controllo della sfida. E chiude sul 68-49 all'ultimo mini intervallo. Negli ultimi dieci minuti, gli uomini di Pozzecco devono solo gestire il vantaggio. Pini prima causa un gioco da tre punti. Poi, dall'altra, si fa perdonare con la stessa moneta: canestro e fallo e 75-56. Nel finale, minuti anche per Murabito e Montanari. Finisce 85-68.

 

TABELLINO (16-22; 47-28; 68-49; 85-68). Consultinvest Fortitudo: Cinciarini 22, Mancinelli 15, Okereafor 7, Fultz 4, Murabito, Montanari, Chillo 13, Gandini 6, Amici 3, Rosselli 6, Pini 9, Italiano. All. Pozzecco.

Moncada Agrigento: Cannon 13, Zugno 6, Eavngelisti 13, Cuffaro, Williams 6, Zilli 3, Ambrosin 8, Guariglia 9, Pepe 8, Lovisotto 2. All. Ciani.

POSTPARTITA. Le dichiarazioni dei due coach nel post partita. Nei video di Valentino Orsini

 

Ultima modifica il Martedì, 01 Maggio 2018 13:01
Andrea Bonomo

Abruzzese trapiantato a Bologna, scrive per 1000 Cuori Rossoblu da Ottobre 2014.