Verso gara 3 con Verona, le parole di Pozzecco - 18 Mag Foto e Video Valentino Orsini

Verso gara 3 con Verona, le parole di Pozzecco - 18 Mag

Scritto da  Mag 18, 2018

 

 

 

Dopo aver vinto le prime due gare, la Fortitudo ha a disposizione il match point per chiudere la serie con Verona. Si gioca domani all'Agsm Forum, con palla a due alle ore 20.45.

 

ROTAZIONI. “Non ho ancora deciso chi resta fuori in gara tre - dice Pozzecco – Mancinelli non si è allenato. A causa del mal di shiena. Mentre Amici ha un problema ad una costola, dopo un colpo fortuito ricevuto in gara 2. Molto dipenderà anche dallo stato di salute di questi due giocatori. Lo dirò domani. McCamey? È un ragazzo d'oro. La prende bene e ti senti ancora più di merda quando lo lasci fuori. Non è semplice. Ingigantisco un po' la cosa perché da giocatore avrei fatto fatica ad accettarlo. In questa squadra non c'è un giocatore più scarso degli altri. Se analizziamo la questione fino in fondo, sta fuori l'americano. Secondo me, non merita neanche l'esclusione. Ma gli italiani devono giocare. E noi abbiamo italiani di alto livello”.

 

GARA 3. Poi sulla serie. “Non mi aspettavo di arrivare a gara 3 imbattuto nei playoff. Non è facile vincere e sono sati bravi i ragazzi. Il problema nostro è che domani è un altro giorno ed è un attimo che poi ti trovi a dover giocare gara 5 in casa. Domani non dobbiamo commettere l'errore di non giocare la partita. Dobbiamo giocarla e continuare a crescere. Dobbiamo far bene quello che abbiamo stabilito. Non ci saranno cambiamenti epocali, ma due o tre cose in più le faremo. In gara 3 cambierà molto. Per noi, giocare davanti al nostro popolo è un bel vantaggio. Abbiamo un Palazzo, ed un tifo, staordinario. E domani non avremo questo sesto uomo. Per quello che riguarda Verona, giocheranno una gara più costante e saranno più convinti dei propri mezzi”.

 

PLAY. “Okereafor lo considero un grande ragionatore. Ho la fortuna di averne due in campo. Con Fultz devo riuscire a dosare il suo minutaggio. Ma vorrei farli giocare insieme. Vorrei che avessero la consapevolezza che quando giocano bene possono giocare insieme. Non solo al suo post, ma anche al suo fianco. Ho parlato con Orekeafor perché voglio che capisca che, anche quando Fultz ha giocato bene, lui è stato un giocatore importante. In gara 1 e gara 2”.

 

 

Ultima modifica il Venerdì, 18 Maggio 2018 18:06
Andrea Bonomo

Abruzzese trapiantato a Bologna, scrive per 1000 Cuori Rossoblu da Ottobre 2014.