Stampa questa pagina

Verso gara 1 con Casale, le parole di Pozzecco - 27 Mag

Scritto da  Mag 27, 2018

 

Casale ha talento. I quattro più noti sono Blizzard, Tomassini, Sanders e Martinoni. Sono rimasto colpito, e quasi sorpreso, nel rivedere le loro partite”. Lo dice Gianmarco Pozzecco alla vigilia di gara 1 in semifinale. “Non ho ancora detto chi sta fuori. Ma l'ho già deciso. Per onestà intellettuale devo comunicarlo prima al giocatore e poi alla stampa. In settimana siamo stati bravi e non è successo nulla che mi abbia fatto incazzare. E questo, per certi versi, mi preoccupa. Devono rendersi conto che domani sarà difficile. Sarà la prima serie senza il fattore campo. E ho già visto il clima del PalaFerraris. Molto coinvolgente. Siamo cresciuti molto da determinati punti di vista. Non ci lamentiamo reciprocamente. Questa è una cosa che, anche contro Verona, non abbiamo fatto. E porta concentrazione per quaranta minuti. Se andiamo sull'1-0 non firmo per l'1-1. Firmo se siamo 1-0 per loro. Voglio giocarmela. Noi abbiamo fatto il nostro e giochiamo contro la squadra arrivata prima ad Ovest. L'appetito vien mangiando e sono sicuro che nessuno si sia accontentato di essere arrivato fin qui”. Poi, aggiunge: “Casale difende davvero bene. Ha una difesa fisica. E noi dovremmo essere pronti  a contrastare la fisicità. La loro difesa difesa nasce dalla loro organizzazione. Siamo migliorati dal punto di vista della continuità e della concentrazione. Dobbiamo essere in grado di resettare gli errori ed andare avanti. Accettare l'errore non vuol dire fregarsene. Deve esserci una sorta di rapporto con l'errore. Per allenare devi essere anche cinico. Ma se sei una persona intellettualmente onesta i giocatori lo percepiscono".

 

Ultima modifica il Domenica, 27 Maggio 2018 14:04
Andrea Bonomo

Abruzzese trapiantato a Bologna, scrive per 1000 Cuori Rossoblu da Ottobre 2014.