Elisabetta Tassinari Elisabetta Tassinari EBasket.it

Queen BiBi non basta, la Progresso viene sconfitta al CSB da un’agguerrita Cestistica Spezzina.

Scritto da  Ott 08, 2018

Debutto in stagione regolare per le ragazze di coach Giroldi, dopo il rinvio della prima giornata di campionato. La Spezia si presenta sotto le due Torri forte della vittoria contro Forlì, un 79-50 senza appello per le romagnole.

LA PARTITA

Sblocca il match agli albori Templari, con una conclusione che vale due punti per La Spezia. S’infiamma Bologna, che reagisce in maniera veemente portandosi sul +3 con Tassinari, dando il là al dominio petroniano. Le felsinee muovono molto bene il pallone, le liguri faticano a trovare le giuste misure per arginare lo strapotere offensivo delle padrone di casa. Tassinari show nel primo parziale, con nove punti complessivi che mantengono a distanza la formazione di Corsolini, che chiude il primo quarto sotto di sei lunghezze.

Rientro dal mini break col botto per la Progresso: Storer vara il parziale con una bomba da tre, imitata successivamente da Nannucci, che con la specialità della casa trova da dietro l’arco solo il fondo del secchiello. Le ospiti replicano ai canestri della Progresso grazie al grande lavoro di Sarni sotto canestro, che rende la vita difficile a Tava e Meroni, ma soprattutto per merito di Cadoni, che in penetrazione fa sempre malissimo alle felsinee. La Spezia trova forza in questi secondi 10’ dall’esperienza di Sarni e dall’asse Packovski-Cadoni, con quest’ultima in grado di produrre dieci punti nel solo secondo quarto. Bologna riesce però grazie ad un’ottima prestazione corale a mantenere a debita distanza le bianconere, mandando le due formazioni negli spogliatoi sul punteggio di 36-28.

Concluso l’intervallo, rientrano sul parquet le due compagini, ma l’inerzia della gara cambia radicalmente in favore delle ospiti. Packovski dimostra una capacità di palleggio ed una rapidità d’esecuzione sopra la media, alzando la temperatura all’interno del palazzetto con giocate di grande qualità, tra cui un assist no look per Templari davvero incredibile. Bologna rimane frastornata dai ripetuti canestri della playmaker croata e di Sarni, perdendo lucidità nella gestione della manovra offensiva, forzando le proprie conclusioni ed abbassando così le percentuali realizzative.

Il terzo parziale ha visto una ruggente La Spezia farsi sotto di prepotenza, chiudendo sotto di un solo punto, e che all’inizio della quarta ripresa pareggia i giochi con Sarni. Ma il fattore decisivo per le spezzine è senza dubbio Packovski, che è incontenibile per la difesa petroniana. Scambio di cortesie sportive tra Storer e la playmaker ospite: la numero 10 bolognese riporta avanti la Progresso, Packovski replica da dietro l’arco, riportando in vantaggio dopo ben tre quarti la propria squadra. Punteggio bloccato sul 51-52, come l’attacco felsineo, che produce gioco senza concretizzare le occasioni in avanti. La formazione di Corsolini spacca la gara: la numero 5 ligure trova solo cotone dai 6.75 metri, seguita da Linguaglossa e da un jumper di Cadoni da dentro l’arco, per il +7 La Spezia. Il cronometro viaggia veloce: Storer si erge a difesa del fortino biancoblù insieme a Meroni, ma sei punti di Cadoni ricacciano indietro la squadra di Giroldi. Nel finale Tassinari accorcia per il -4, La Spezia spreca l’ultimo possesso, ma Bologna riesce a fare peggio: transizione offensiva con dieci secondi sul cronometro, D’Alie guida il contropiede, ma si lascia sfuggire il pallone dalle mani, lestamente recuperato dalle ospiti, che portano in porto il match con il punteggio di 62-66.

MVP della gara Chiara Cadoni, autrice di 18 punti complessivi, in coabitazione con una strepitosa Packovski, che ha risposto presente nel momento di maggiore bisogno della sua squadra. Menzione d’onore per Elisabetta Tassinari e Ludovica Storer, che hanno segnato rispettivamente 17 e 14 punti.

La stagione della Progresso comincia con una sconfitta, che però non inficia quanto di buono fatto nella prima metà di gara. Manca ancora il ritmo partita alle ragazze del Civ, che hanno saltato la prima gara di campionato, presentandosi ai nastri di partenza contro una formazione coriacea, che si è rinforzata in estate e già scesa in campo in un impegno ufficiale. Note dolenti di questa prima uscita stagionale, l’infortunio di Storer nel finale di gara, per lei una sospetta frattura del malleolo, in giornata ci saranno ulteriori accertamenti per capirne l’entità.

Prossimo appuntamento fissato a domenica prossima, quando alle ore 18.00 la Progresso affronterà in trasferta Civitanova Marche.

I TABELLINI

1° quarto 16-10

2° quarto 36-28

3° quarto 47-46

Finale 62-66

Basket Progresso Matteiplast

D’Alie 12, Cordisco, Tassinari 17, Dall’Aglio 3, Patera, Storer 14, Tava 6, Meroni 2, Tridello, Prisco NE, Nannucci 8.

Allenatore: Giancarlo Giroldi.

Carispezia Cestistica Spezzina

Maiocchi NE, Packovski 17, Corradino 1, Templari 11, Tosi 1, Bini NE, Linguaglossa 4, Cadoni 18, Mori NE, Sarni 14, Olajide NE.

Allenatore: Marco Corsolini.

Lele Carl Malaguti

Emanuele Malaguti, piú comunemente noto come Lele Carl, aspirante giornalista, appassionato di tutte le discipline sportive, in primis calcio e basket. Tifoso del Bologna Fc, della Fortitudo e dei Boston Celtics, regista e speaker radiofonico, irriducibile sognatore..