La Progresso la mette in banca: partita nelle mani di D’Alie e Tassinari, Bologna assicura la vittoria per 75-44 su Roma Valentino Orsini

La Progresso la mette in banca: partita nelle mani di D’Alie e Tassinari, Bologna assicura la vittoria per 75-44 su Roma

Scritto da  Ott 28, 2018

Ritorna a calcare il parquet del CSB la Progresso, dopo essere stata corsara sui campi di Civitanova, Valdarno e Orvieto. Lo fa senza una delle sue giocatrici più in forma in questo inizio di campionato, quella Ludovica Storer che tanto bene aveva fatto nella prima uscita stagionale contro La Spezia. D’altro canto, anche l’Elite Basket Roma dovrà fare i conti con qualche assenza, quelle di Di Stazio e Moretti. Per le biancoblù la minaccia principale rappresentata da Roma è senza dubbio Masic, che viaggia attualmente a 16.25 punti di media e 4.5 rimbalzi. Non è da meno la formazione petroniana, che può vantare delle bocche da fuoco notevoli: Rae D’Alie attualmente a quota 17.5 punti a partita, in ottima compagnia insieme a Tassinari e Tava, rispettivamente a 17.25 e 12.75 di media.

LA PARTITA

Partono dal primo minuto per la Progresso D’Alie, Tassinari, Nannucci, Tava e Meroni; rispondono le capitoline con Buscaglione, Grattarola, Masic, Magistri e Chrysanthidou. Gara vivace sin dagli albori, con le due formazioni che si pizzicano reciprocamente: il lungo felsineo apre i conti, risponde la play ospite dalla lunga distanza. Molta imprecisione da parte di entrambi gli schieramenti, con Roma che, nonostante la qualità della rosa avversaria ed il fattore campo a sfavore, non china il capo, disputando una prova di grande intensità in questa prima frazione. Progresso che mentalmente subisce la grande aggressività di Roma, soprattutto dall’asse Grattarola-Chrysanthidou, che infastidiscono (e non poco) le biancoblù in transizione.

Primo quarto che vola, chiudendosi sul 15 pari, dopo un continuo botta e risposta tra le due compagini al centro della contesa. Secondi 10’ di gara assolutamente “uncontested”: Matteiplast in versione martello pneumatico, che in quattro possessi seppellisce Roma sotto un parziale di 14-2. Calano vistosamente le percentuali per le capitoline dopo la reazione veemente di Bologna, che si innalza sulle avversarie grazie anche ai 13 punti di D’Alie, chiudendo la prima metà di match sul 42-21.

Intervallo lungo che non porta consiglio all’Integris, rientrata in campo senza il piglio di chi deve scalare l’Everest: D’Alie e Tassinari riaprono la pratica, combinando per 5 punti, replica Santucci in appoggio al vetro, portando qualche battito al cuore di Roma. Nonostante i botta e risposta, il quarto è particolarmente abulico, complice un ipossia realizzativa dimostrata dal parziale di 13-9 sigillato allo scadere del trentesimo minuto.

 Ultimi 10’ di gara decisamente più frizzanti, inaugurati dal due su due da dietro l’arco firmato Cordisco e Tava. La secca replica arriva da una finalizzazione back to back di Magistri, ma il resto è pura accademia per la Progresso, che prende per mano la partita e la compagna alla conclusione sul 75-44.

Grande prova delle petroniane, che come di consueto partono in maniera contratta, liberando poi sulla lunga distanza tutti i cavalli del proprio motore. Prestazione corale di ottimo spessore, giro palla che quando ingrana manda in tilt la squadra avversaria, unito ad una superba fase realizzativa, che ha permesso alla Progresso di mettere in banca la quarta vittoria consecutiva, nel segno di una D’Alie on fire, autrice di 21 punti sulla sirena finale.

 

I TABELLINI

1° quarto: 15-15

2° quarto: 42-21

3° quarto: 55-30

Finale: 75-44

 

Basket Progresso Matteiplast

D’Alie 21, Cordisco 6, Tassinari 13, Dall’Aglio 8, Patera 7, Storer NE, Tava 7, Meroni 3, Tridello 3, Prisco, Nannucci 7, Rosier NE.

Allenatore: Giancarlo Giroldi.

Integris Elite Roma

Grattarola 18, Buscaglione 3, Loi, Introna, Masic 4, Kolar, Magistri 5, Bambini 2, Gentle 6, Chrysanthidou 5, Santucci 1.

Allenatore: Massimo Prosperi.

Lele Carl Malaguti

Emanuele Malaguti, piú comunemente noto come Lele Carl, aspirante giornalista, appassionato di tutte le discipline sportive, in primis calcio e basket. Tifoso del Bologna Fc, della Fortitudo e dei Boston Celtics, regista e speaker radiofonico, irriducibile sognatore..