Faenza nuovamente fatale per Bologna, al PalaBubani finisce 71-70 per le romagnole Valentino Orsini

Faenza nuovamente fatale per Bologna, al PalaBubani finisce 71-70 per le romagnole

Scritto da  Nov 18, 2018

FAENZA BASKET PROJECT – BASKET PROGRESSO MATTEIPLAST 71-70 (19-12; 38-33; 54-49)

Faenza Basket Project: Franceschelli 3, Schwienbacher 13, Franceschini NE, Morsiani 15, Minguzzi NE, Ballardini 16, Caccoli, Zanetti 6, Soglia 4, Meschi 2, Panzavolta NE, Preskienyte 12. All. Cristina Bassi.

Basket Progresso Matteiplast: D’Alie 16, Cordisco, Tassinari 16, Dall’Aglio 9, Patera NE, Storer 8, Tava 12, Meroni 2, Tridello, Prisco NE, Nannucci 7, Rosier NE. All. Giancarlo Giroldi.

Arbitri: Santilli Luca, Di Pinto Francesca.

Tiri liberi: RA 19/25 (76%); BO 13/18 (72%)

Rimbalzi: RA 45; BO 29

Falli: RA 20; BO 25

Tiri da 2: RA 20/36 (55%); BO 18/40 (45%)

Tiri da 3: RA 4/14 (28%); BO 7/28 (25%)

 

“Manita” di vittorie per la Bologna del basket rosa, striscia positiva interrotta nella scorsa giornata da quella che sembra la più seria pretendente al titolo, la Magnolia Campobasso. Dopo la sconfitta interna, la Progresso si reca al PalaBubani, ospite di quella Faenza finalista nei playoff della passata stagione per la promozione in A1 ed ancora imbattuta fra le mura di casa.

Gara equilibrata nelle prime battute: Ballardini e Preskyenite rispondono a D’Alie e Nannucci, poi le romagnole prendono il largo, chiudendo la prima frazione con ben sette lunghezze di vantaggio sulle emiliane. Secondo quarto di maggiore intensità da parte delle felsinee, che rosicchiano il vantaggio delle faentine per merito dei nove punti di D’Alie e gli otto di Tassinari, giungendo all’intervallo lungo sotto solo di cinque. Al rientro sul parquet, Ballardini si mette in proprio, firmando una tripla e quattro liberi, Storer segue con tre centri, ma sono i due collettivi che fanno la differenza e il parziale allo scadere del trentesimo minuto recita 16-16. Nonostante il fattore campo, Bologna lotta con le unghie e con i denti, rimontando in extremis il solco scavato da Faenza. Capitan Dall’Aglio sale in cattedra e con due bombe consecutive riporta prepotentemente sotto la Progresso, opera completata dai cinque punti di Tassinari, con il punto esclamativo messo da Tava, che trova la tripla del +3 felsineo a due minuti dalla sirena finale. Ma l’epilogo si rivela drammatico per la formazione allenata da Giroldi: Nannucci e D’Alie fanno solo due su quattro dalla lunetta, Morsiani e Schwienbacher invece non falliscono, con la play romagnola che a quattro secondi dalla fine mette il jumper del contro sorpasso faentino. Ultimo possesso Bologna affidato a Tassinari, che fallisce il colpo del ko, con la palla raccolta e messa in banca da Preskienyte, vince Faenza 71-70.

Fallisce l’occasione di rivalsa per la Progresso, che incassa un’altra sconfitta dopo quella patita per mano di Campobasso. Prossimo appuntamento per le ragazze della palla a spicchi bolognese, sabato alle 18 contro la Cestistica Savonese, attualmente ferma a quota quattro punti, chance perfetta per tornare ad accumulare punti utili per rincorrere la vetta della classifica.

Lele Carl Malaguti

Emanuele Malaguti, piú comunemente noto come Lele Carl, aspirante giornalista, appassionato di tutte le discipline sportive, in primis calcio e basket. Tifoso del Bologna Fc, della Fortitudo e dei Boston Celtics, regista e speaker radiofonico, irriducibile sognatore..