Le parole di coach Sacripanti alla vigilia della partita Varese-Virtus

Scritto da  Gen 12, 2019

Partita delicatissima per la Virtus Bologna che, nell' ultima gara del girone di andata, affronta Varese in un match che dirà se le Vu nere potranno staccare il biglietto per le final eight di Coppa Italia. Queste le parole di coach Sacripanti:

"Inutile nascondere che è una partita molto importante e stimolante, si gioca contro una squadra che ha un'identità ben precisa che ha cambiato il meno possibile e che ha idee chiare sia in difesa che in attacco. Noi dobbiamo avere un piano partita efficace e non sbagliare nulla. Quello di Varese è un campo caldo, ma noi veniamo da tre partite vinte e stiamo cercando di superare definitivamente il momento difficile. Spero che questo incontro sia una conferma del buon momento che stiamo attraversando anche grazie al rientro di Martin e Aradori".

Come hai visto Moreira?

"Mi aspetto un giocatore in aggiunta, che si alterni con gli altri. Gli chiederò una copertura dell'area importante, soprattutto a rimbalzo, in attesa che Qvale ritrovi condizioni migliori. Oggi l'ho visto più a suo agio con i compagni di squadra, partiremo tutti per Varese e domani, dopo la rifinitura, decideremo se può scendere in campo".

Qvale come sta?

"La situazione non è cambiata, non si è fermato ma non è al massimo della condizione e cercheremo di gestirlo in modo che il suo rendimento possa essere costante".

Con Martin la squadra ha più energia. Come si fa ad avere ciò anche quando lui non è in campo?

"Osservazione corretta,anche se non è al massimo della condizione. Non dobbiamo sforzarlo per evitare qualche ricaduta; e' necessario alzare l'intensità degli allenamenti per tutti per avere ciò anche in partita. Io stesso devo allenarmi ad allenare una squadra al completo e, spero, che tutti si facciano trascinare dalla sua intensità".

Varese ha perso una sola volta in casa. Quale è la loro qualità principale?

"Possiedono  una grande difesa, in casa raddoppiano il pick and roll facendo molti recuperi e mettono grande fisicità sul pallone. Noi dobbiamo essere bravi a muovere la palla e attaccare la forza difensiva che hanno. Loro non hanno una squadra lunghissima e noi dobbiamo  difendere bene, partendo da un buon attacco, prendendo esempio da Avellino che li ha messi in difficoltà, con una grande qualità offensiva".

La qualificazione alla Coppa Italia è importante per voi?

"I nostri obiettivi sono quelli di raggiungere i play off sia in campionato che in coppa europea. Non partecipare alla Coppa Italia ci dispiacerebbe, ma non possiamo negare di aver fatto un percorso da 11 vittorie in 13 partite, seguito poi da un calo per nostri demeriti e difficoltà varie. Tuttavia se non ci qualifichiamo non faremo alcun dramma ma guarderemo avanti per raggiungere i prossimi obiettivi".

Conclude la conferenza con un pensiero per i tifosi che non potranno seguire la Virtus a Varese.

"Mi dispiace che i tifosi non possano venire a vedere la partita perchè sono  sempre di gran supporto,il loro affetto e calore è sempre stato molto alto sia in casa che in trasferta: daremo il tutto per tutto anche per loro".

 

Lorenzo Gaballo

Nato a Perugia, bolognese di adozione. Appassionato di sport,soprattutto di basket e calcio,sogno di diventare un giornalista sportivo e, mi auguro di trasformare la mia passione per lo sport in un lavoro.