Rae D'Alie Rae D'Alie Bianca Costantini

Bologna sbanca La Spezia: D’Alie e Tassinari danno spettacolo, la Progresso passa per 56-70

Scritto da  Gen 28, 2019

CESTISTICA SPEZZINA-BASKET PROGRESSO MATTEIPLAST 56-70 (14-26; 30-44; 46-55)

Cestistica Spezzina: Packovski 9, Corradino 5, Templari 21, Tosi, Linguaglossa 4, Cadoni 2, Mori NE, Sarni 15, Olajide, Gioan NE. All. Marco Corsolini.

Basket Progresso Matteiplast: D’Alie 22, Possenti NE, Cordisco 1, Tassinari 17, Dall’Aglio 5, Storer 4, Tava 5, Meroni 4, Tridello, Prisco NE, Nannucci 6, Rosier 6. All. Giancarlo Giroldi.

Arbitri: Venturini Francesco, Chiarugi Alessio.

Tiri liberi: SP 19/28 (68%); BO 8/12 (67%).

Rimbalzi: SP 37; BO 26.

Falli: SP 18; BO 27.

Tiri da 2: SP 14/35 (40%); BO 19/40 (48%).

Tiri da 3: SP 3/13 (23%); BO 8/17 (47%).

 

Tutto più facile del previsto per Bologna: dopo la sfida dell’andata, dominata in lungo e in largo dalle liguri, trascinate da un’indomita Packovski, le felsinee archiviano la pratica La Spezia al ritorno, ribaltando anche la differenza punti nello scontro diretto.

Partono forte le “Giroldine”, che già al termine dei primi 10’ sono in doppia cifra di vantaggio, mantenendo il distacco dalle padrone di casa anche nella seconda frazione ed alzandolo a quattordici punti sulla sirena di metà gara.

Varia leggermente lo spartito nella ripresa: accorciano le liguri, fino a toccare il -9 agli albori dell’ultimo quarto, ma Bologna è in controllo e basta premere un po’ sull’acceleratore per dare la buonanotte alle spezzine: Progresso batte La Spezia 56-70.

Volitive in attacco, solide in difesa, le felsinee incastonano nel diadema delle loro vittorie stagionali la più bella prestazione dell’anno, dominando in casa di una formazione qualitativa come quella di Corsolini. Grande forza delle ragazze di Giroldi è il gioco corale, che trova in Tassinari e D’Alie i terminali offensivi perfetti, con l’americana che conquista il titolo MVP del match, grazie ai suoi 22 punti complessivi.

Lele Carl Malaguti

Emanuele Malaguti, piú comunemente noto come Lele Carl, aspirante giornalista, appassionato di tutte le discipline sportive, in primis calcio e basket. Tifoso del Bologna Fc, della Fortitudo e dei Boston Celtics, regista e speaker radiofonico, irriducibile sognatore..