Treviso passeggia contro una Cento arrendevole: 92-49 il risultato finale

Scritto da  Feb 03, 2019

DE LONGHI TREVISO-BALTUR CENTO 92-49 (22-11;19-16; 32-13; 19-9)

 

De Longhi Treviso: Antonutti 13, Lombardi 11, Uglietti 12, Alviti 0, Imbrò 9, Tessitori 17, Sarto 8, Burnett 15, Chillo 4, Saladini 0, Epifani 3, Barbante 0. All: Menetti

 

Baltur Cento: Benfatto 10, Reati 10, Kuksiks 14, Mays 1, Gasparin 5, Ba 2, Invidia NE, Chiumenti 8, Pasqualin 2, Ebeling 0, Di Bonaventura 3, Manzi NE. All: Bechi

 

 

Arbitri: Caforio, Solfanelli, Lestingi

 

Tiri liberi: TV 15/19 (79%); CE 10/18 (55%)

 

Rimbalzi: TV 42; CE 20

 

Falli: TV 19; CE 23

 

Tiri da 2: TV 28/39 (72%); CE 12/28 (43%)

 

Tiri da 3: TV 7/22 (32%) CE 5/18 (28%)

 

"Non dobbiamo mai mollare, ci sono altre partite da giocare e dovremo farlo con tenacia, determinazione e forza"

Con queste parole, dette prima in spogliatoio e poi in conferenza stampa subito dopo la sconfitta con Ravenna, coach Bechi ha cercato di caricare i suoi in vista di un solo obiettivo: la salvezza. La partita contro Treviso non è affatto facile sopratutto perchè Cento ci arriva dopo le due pesanti sconfitte di Roseto e di Ravenna, che hanno abbassato il morale dei giocatori e alzato la tensione sopratutto tra i tifosi che hanno fatto capire di volere più energia e voglia per portare a casa le prossime partite.

Il primo possesso della partita è di Treviso che trova, dopo appena diciassette secondi, il primo canestro del match con Tessitori. L'inizio della Baltur, invece, non è dei migliori perché la squadra di Bechi sbaglia molto in attacco e concede molto in difesa. I biancorossi, dopo essere finiti sotto di 6 punti, sbloccano il loro tabellino con la tripla di Kuksiks. Il nunero trenta sembra essere ispirato ed è proprio un'altra sua bomba a riportare Cento a meno uno (8-7). Dopo una fase di sbandamento, però, i Veneti ritrovano la lucidità e, sul finire del quarto, ottengono anche la doppia cifra di vantaggio (19-9). La Benedetto XIV cerca di stringere i denti ma, anche grazie a delle buone percentuali dall'arco dei 6.75, Treviso chiude la prima frazione avanti 22-11.

La prima fase del secondo quarto vede le percentuali delle due squadre diminuire. Tralasciando il canestro di Gasparin a pochi secondi dall'inizio,  ci vogliono ben due minuti per vedere il punteggio muoversi. Tolto il tappo dal canestro, la squadra di Menetti riprova a scappare e riesce ad allungare a più undici (29-18). A tenere in partita la Benedetto XIV, però, è Reati che trova canestri importanti in un momento molto complicato per i suoi compagni. Cento sembra poter riaprire la partita ma, a svoltare la situazione in favore dei Veneti, è Matteo Imbrò che realizza la tripla del più quindici. Le squadre vanno negli spogliatoi sul 41-27 in favore di Treviso che, a meno di black out improvvisi, sembra aver già messo le mani sulla partita.

Nel secondo tempo i padroni di casa incrementano il vantaggio toccando anche il più venti dopo quattro minuti di gioco (51-31). Bechi cerca, chiamando time out, di fermare il momento positivo degli avversari ma Tessitori e  Burnett continuano a muovere la retina. La Benedetto XIV è in netta difficoltà e, con tre minuti da giocare, si ritrova a dover scalare una montagna perché il distacco dagli avversari è di ben trenta punti. Al suono della sirena si chiude un terribile terzo quarto della Baltur che ha subito ben 73 punti in soli tre quarti.

Ancora una volta l'ultimo quarto si gioca solo per conoscere il risultato finale. Per Cento sta per arrivare un'altra sconfitta. Che qualcosa non va nella squadra lo si vede chiaramente perché, se nel pre-partita Bechi aveva sottolineato di aver detto ai suoi giocatori di giocare con serenità e a testa alta, in realtà in questa partita si è visto tutto il contrario. Lasciando da parte un discreto inizio, Cento, alla prima difficoltà ,si è  sciolta come  neve al sole. Gli avversari hanno di fatto dominato in lungo e in largo non mostrando mai alcuna disattenzione. La partita si chiude sul punteggio di 92-49 per Treviso che rimane saldamente nella parte alta della classifica. Ennesima sconfitta per la Benedetto XIV che ora dovrà fare i conti con una situazione tutt'altro che serena. Vedremo se ci saranno movimenti o prese di posizione da parte di qualcuno ma è chiaro  che  qualcosa deve cambiare.

Bechi

"Parto facendo i complimenti a Treviso per l'ottima partita giocata. Riguardo a noi, nel primo tempo abbiamo provato a rimanere a contatto. Difensivamente parlando siamo stati bravi a metterli un pò in difficoltà mentre in attacco, le palle perse nostre hanno fatto la differenza. Nel secondo tempo Treviso ha dato la spallata decisiva alla partita e noi non siamo riusciti più a reagire. Dobbiamo concentrarci sulle prossime partite e sul nostro campionato. La partita contro Cagliari è molto importante e ci prepareremo per essere pronti. Giocare tre partite in una settimana, in questo momento e con questa condizione fisica, è troppo per noi. Speriamo di recuperare Mays che non è al 100% e per noi è un giocatore molto importante".

Ultima modifica il Lunedì, 04 Febbraio 2019 13:12
Lorenzo Gaballo

Nato a Perugia, bolognese di adozione. Appassionato di sport,soprattutto di basket e calcio,sogno di diventare un giornalista sportivo e, mi auguro di trasformare la mia passione per lo sport in un lavoro.