Sacripanti presenta la partita Cremona-Virtus Segafredo

Scritto da  Feb 08, 2019

La Virtus Segafredo, dopo la vittoria che è valsa il passaggio del turno da testa di serie in BCL, si rituffa nel campionato italiano. Ad attendere i bianconeri c'è una trasferta molto impegnativa al PalaRadi di Cremona; le due squadre sono separate da soli due punti e, con una vittoria, la Virtus farebbe un ulteriore balzo in classifica agganciando proprio i lombardi che, attualmente, occupano il terzo posto dietro a Milano e Venezia. Alle V nere servirà una prestazione di alto livello per cercare di conquistare i due punti e confermare quanto di buono mostrato la settimana scorsa contro Avellino. Queste le parole di coach Sacripanti nel pre-partita:

"Quella di domani è una partita di notevole importanza perchè la classifica si sta delineando e noi dobbiamo decidere se inseguire le prime quattro posizioni o entrare semplicemente nei play-off. Tatticamente è una gara importante, loro hanno un modo chiaro di giocare e dovremo cercare di bloccarli gestendo il ritmo e giocando bene in attacco. La partita di andata l'abbiamo giocata per trentasei minuti e, poi, il nervosismo ci ha fatto perdere di sedici punti. Andiamo ad affrontare questa partita e, solo se saremo bravi, potremmo pensare di fare qualcosa di più solido".

La partita di domani è importante perchè gli scontri diretti potranno incidere a fine stagione

"Noi siamo stati bravi a vincere partite importanti come quelle contro Varese e Trieste. Siamo passati dal decimo al sesto posto grazie anche a un salto di qualità importante e cercheremo di ribaltare gli scontri diretti".

Cournooh?

"Non si è ancora allenato con noi. Spero di averlo nei dodici, si è allenato individualmente con lo staff e oggi farà qualcosa con la squadra. Spero che sia a disposizione per la Coppa Italia".

I due giorni di distanza dalla partita in BCL si sentiranno?

"Credo che ormai la squadra ci abbia fatto l'abitudine, le motivazioni per fare bene ci sono".

Cosa pensi dell'accoppiamento con Le Mans in BCL?

"Sono molto felice del primo posto nel girone. Abbiamo vinto dieci partite su quattordici grazie a delle prestazioni di altissimo livello. Il mio ringraziamento va ai giocatori e al club che nelle trasferte non ci ha fatto mai mancare nulla. Non abbiamo battezzato nessuna partita cercando di giocare sempre al meglio; Le Mans ha battuto Avellino dimostrando di avere delle ottime qualità ma non ci sono nè favoriti nè sfavoriti. Sarà una bella sfida dove conteranno la mentalità e l'approccio alla gara. Hanno giocatori giovani ma anche esperti che hanno fatto vedere, soprattutto in coppa, delle belle prestazioni".

Domani si vedrà l'intensità difensiva vista contro Avellino?

"Ottimisticamente, direi di si ma sappiamo che è la terza gara in sette giorni e sappiamo che non sarà una partita facile. Dovremo essere concentrati per non farli scappare. Allenarsi al completo aiuta, abbiamo gestito bene le rotazioni dei tre lunghi e continueremo sulla strada della gestione in modo da dare a tutti ruoli ben definiti".

Commento sulle buone prestazioni di M'Baye?

"M'Baye è cresciuto come numeri e come intensità difensiva ma la cosa che più mi preme non sono le sue percentuali al tiro, comunque important,i ma la presenza difensiva per quanto riguarda ad esempio il recupero di palloni. Spero che la sua crescita continui in modo che possa fare la differenza. Tutta la squadra sta crescendo nonostante ,ancora, non siano ben chiare le gerarchie che speriamo di definire meglio prima della Coppa italia".

Ultima modifica il Venerdì, 08 Febbraio 2019 18:23
Lorenzo Gaballo

Nato a Perugia, bolognese di adozione. Appassionato di sport,soprattutto di basket e calcio,sogno di diventare un giornalista sportivo e, mi auguro di trasformare la mia passione per lo sport in un lavoro.