Coppa Italia: Sacripanti e Taylor presentano la partita Virtus Segafredo-Olimpia Milano

Scritto da  Feb 13, 2019

Questo weekend il campionato Italiano si ferma per dare spazio alle Final Eight di Coppa Italia. Alla manifestazione partecipano le migliori otto squadre del girone di andata e, tra queste, anche la Virtus Segafredo che è riuscita a qualificarsi per il rotto della cuffia a causa di una prima parte di stagione altalenante in cui la formazione di Sacripanti ha alternato momenti positivi e momenti negativi. Bologna è entrata alla Final Eight da ottava e, proprio per questo motivo, nei quarti di finale sarà costretta ad affrontare la prima della classe che, neanche a dirlo, è l'Olimpia Milano, campione d'Italia in carica. I pronostici sono tutti in favore dei meneghini ma Sacripanti, nella conferenza di presentazione tenutasi Lunedì, ha voluto sottolineare come, nelle partite secche, i pronostici possono essere ribaltati. Basti pensare a come Cantù lo scorso anno ha inaspettatamente buttato fuori l'Olimpia nonostante, anche allora, i pronostici fossero tutti a favore della squadra di Pianigiani. Sarà, dunque, interessante vedere se le V nere riusciranno ad opporre resistenza agli avversari riuscendo a sconfiggerli. Queste le parole di Sacripanti e Taylor alla vigilia della partita.

Sacripanti

“E’ una grande emozione andare a giocare la Coppa Italia anche se Milano parte favorita come in qualsiasi competizione italiana, perché sono una squadra competitiva. E’ anche vero, però, che siamo orgogliosi di giocare questa partita e cercheremo di ribaltare il pronostico. Dobbiamo giocare con grande intensità e voglia e, al di là del risultato, questo sarà uno step importante che può aiutarci a crescere e farci accumulare esperienza. Penso che, per la prima volta in questa stagione, il risultato dipenda solo da noi e, per questo motivo, ci  potrà essere di insegnamento”.

Come cambia mentalmente l’approccio a queste partite da dentro e fuori?

“Per noi è una novità, c’è un’adrenalina diversa perché ci giochiamo tutto in quaranta minuti e ogni episodio può fare la differenza. Andiamo li per vincere perché vogliamo rendere felici tutti, compreso il pubblico che verrà a vederci”.

Qvale?

“Domani mattina decideremo se utilizzarlo o meno”.

Taylor

“Guardiamo una partita alla volta cominciando da quella di domani. Il nostro obiettivo è vincere ma, anche se non sarà così, questa competizione ci aiuterà a crescere”.

Avete affrontato Milano due volte. Cosa serve per vincere ?

“Sono una grande squadra. Dovremo rimanere concentrati e fare la nostra partita, giocando bene in difesa”.

Il confronto con James ti stimola?

“ E’ un grande giocatore. Per mettere in difficoltà Milano dobbiamo giocare di squadra”.

Come cambia l’approccio alla gara essendo una partita da dentro o fuori?

“Bisogna pensare una partita alla volta e c’è poco tempo per recuperare. Per noi è una grande occasione per dimostrare a tutti che possiamo giocarcela con chiunque”.

Cosa farai per cercare di migliorare il rapporto con gli arbitri visto che i falli ultimamente hanno inciso sulle prestazioni?

“Non ho problemi con nessuno, neanche con gli arbitri e credo che loro non abbiano problemi con me. Io gioco con intensità e questo è il mio modo di giocare”.

Lorenzo Gaballo

Nato a Perugia, bolognese di adozione. Appassionato di sport,soprattutto di basket e calcio,sogno di diventare un giornalista sportivo e, mi auguro di trasformare la mia passione per lo sport in un lavoro.