Rae D'Alie nella sfida contro Valdarno Rae D'Alie nella sfida contro Valdarno Bianca Costantini

Bologna firma il pokerissimo: quinta vittoria consecutiva e Faenza annichilita per 76-60

Scritto da  Mar 09, 2019

BASKET PROGRESSO MATTEIPLAST-FAENZA BASKET PROJECT 76-60 (20-11; 47-28; 64-51)

Basket Progresso Matteiplast: D’Alie 18, Cordisco, Tassinari 14, Dall’Aglio 2, Storer 5, Tava 7, Meroni 9, Tridello 6, Tartarini NE, Prisco NE, Nannucci 8, Rosier 7. All. Giancarlo Giroldi.

Faenza Basket Project: Franceschelli 13, Schwienbacher 6, Francheschini 4, Morsiani 18, Ballardini 15, Caccoli 4, Policari, Soglia, Meschi, Preskienyte NE. All. Cristina Bassi.

Arbitri: Alberto Sconfienza, Fabrizio Suriano.

Tiri liberi: BO 15/22 (68%); FA 11/19 (58%).

Rimbalzi: BO 36; FA 36.

Falli: BO 18; FA 18.

Tiri da 2: BO 20/46 (43%); FA 17/45 (38%).

Tiri da 3: BO 7/25 (28%); FA 5/15 (33%).

 

QUINTETTI INIZIALI

Basket Progresso Matteiplast: D’Alie, Nannucci, Tassinari, Storer, Meroni.

Faenza Basket Project: Schwienbacher, Franceschelli, Ballardini, Morsiani, Soglia.

 

Scontro al vertice al CSB: la Progresso Matteiplast incontra Faenza, per un derby importantissimo in ottica playoff e non solo. Le quattro vittorie consecutive hanno riportato Bologna a stretto giro di posta dalla capolista Campobasso e, dopo lo scontro diretto vinto proprio contro le molisane, le ragazze di Giroldi dovranno ribaltare anche quello dell’andata contro le romagnole.

Tantissima intensità da parte di entrambi gli schieramenti nel primo quarto, con Bologna a sbloccare la gara con D’Alie dopo un minuto e venti. Ruota bene Faenza in attacco, creando dei mismatch per trovare la via del canestro, riuscendoci con Ballardini e Franceschelli. Le felsinee si fanno sentire in difesa: ruvidamente limitano le romagnole, conquistando rimbalzi importanti per le transizioni offensive D’Alie, Nannucci e Tassinari, con Tava a chiudere il quarto dall’arco per il +9 Progresso.

Albori di secondo parziale a tinte biancoblù: Rosier sblocca il punteggio facendo uno su due ai liberi, poi tre triple consecutive firmate da Tava e Tridello mandano in orbita Bologna. La numero 91 regala il massimo vantaggio alle sue a cronometro fermo (+19 a quattro minuti dall’intervallo), ma Ballardini frena la fuga delle giroldine dall’arco dei tre punti. Morsiani si ritaglia spazi importanti sotto le plance, ben supportata dalle realizzazioni di Franceschelli, uniche realizzatrici per Faenza a ridosso della metà di gara. Continui scambi di cortesie agonistiche sul parquet, culminate con la magia firmata dal tandem D’Alie-Tassinari: penetrazione dell’americana, con cioccolatino per l’ala gallierina dietro la schiena, scartato dall’arco a fil di sirena per la tripla che vale il +19 Progresso all’intervallo.

Le prime battute al rientro sul campo vedono aprirsi gli spazi da ambo i lati: D’Alie e Meroni si divorano le avversarie dentro il perimetro, mentre per le romagnole spadroneggia Morsiani, realizzatrice di 12 punti a metà quarto.

Schwienbacher sigilla i terzi 10’, aprendo per le sue anche il periodo finale con uno su due dalla lunetta. La formazione di Bassi si divora il vantaggio felsineo con i centri di Ballardini e Caccoli fino al -10, ma prima D’Alie e poi Nannucci dall’arco affondano le ospiti: Bologna batte Faenza 76-60.

Prestazione maiuscola della formazione di Giancarlo Giroldi, che domina il parquet del CSB dal primo all’ultimo minuto, complice anche una Rae D’Alie MVP della contesa da 18 punti complessivi.

Lele Carl Malaguti

Emanuele Malaguti, piú comunemente noto come Lele Carl, aspirante giornalista, appassionato di tutte le discipline sportive, in primis calcio e basket. Tifoso del Bologna Fc, della Fortitudo e dei Boston Celtics, regista e speaker radiofonico, irriducibile sognatore..