Stampa questa pagina

La Matteiplast sbanca Savona e rimane a contatto con le capoliste: 70 - 87 il risultato mai in discussione

Scritto da  Mar 19, 2019

CESTISTICA SAVONESE SAVONA – MATTEIPLAST BOLOGNA  70 – 87 (17-28; 26-47; 51-72)

Cestistica Savonese: Ceccardi n.e., Azzellini 8, Sansalone 11, Villa n.e., Vitari 7, Penz 25, Guilavogli 12, Svetlikova 2, Roncallo 2, Tosi 5. All. Pollaro

Matteiplast: D’Alie 23, Cordisco 2, Tassinari 8, Dall’Aglio, Storer 8, Tava 22, Meroni 8, Tridello, Prisco 6, Nannucci 3, Rosier 7. All. Giroldi

Arbitri: Belprato, Tommasi

Tiri liberi: SV 16/19; BO 10/16

Rimbalzi: SV 34; BO 34

Falli: SV 13; BO 15

Tiri da due: SV 15/40; BO 28/48

Tiri da tre: SV 8/18; BO 7/20

Non stupisce ormai più l’ennesima vittoria consecutiva della Matteiplast, che a Savona ha nella sostanza asfaltato, nel primo tempo, la Cestistica Savonese, gestendo poi il vantaggio negli ultimi due periodi. Il parziale iniziale di 17-28 fotografa la partita, che annota Alessandra Tava un gradino sopra le altre, ben coadiuvata dalla solita Rae D’Alie prima realizzatrice tra le bolognesi, mentre fra le liguri brilla il tabellino della Penza. Parlano peraltro da sole le statistiche della Tava: i suoi 22 punti sono frutto soprattutto di un tiro da tre al 57% (4/7) e un 6/7 ai liberi (2/4 invece da due), cui ha aggiunto 6 rimbalzi e 4 assist per un totale, come valutazione, di 28. Coach Giroldi ha potuto dare ampio minutaggio a tutte le proprie giocatrici, pressoché tutte entrate a referto. Ricordiamo viceversa come, all’andata, in una partita decisamente più combattuta, fosse stata Elisabetta Tassinari la top scorer dell’incontro.

Annichilite dall’intensità delle bolognesi, le ragazze di Pollaro hanno evidenziato parecchie difficoltà sul fronte offensivo, ma innanzi tutto è su quello difensivo che si sono come sciolte fin dai primi minuti, lasciando ampi spazi al tiro delle avversarie, tanto che dopo due minuti e mezzo Savona deve chiamare timeout per provare a fermare un eloquente 0-8. Piccoli segnali di ripresa riavvicinano le padrone di casa, autrici di due bei canestri frutto di scambi veloci che inducono Giroldi, ora, a fermare il tempo ad inizio quarto minuto. Da lì, una scatenata D’Alie detta la via alle compagne, e già alla prima sosta è +11, con 28 punti realizzati. Il parziale quasi confermato nel secondo periodo ha quindi chiuso di fatto la partita.

Andrea Marcheselli

Bolognese, giornalista di ormai vecchia data, critico teatrale e letterario, da sempre appassionato di basket è stato giocatore, dirigente ma soprattutto allenatore, ed ora per 1000 Cuori Rossoblu anche commentatore delle vicende virtussine