La Benedetto XIV ritrova il sorriso: battuta Mantova 72-78

Scritto da  Mar 31, 2019

POMPEA MANTOVA- BALTUR CENTO 72-78 (17-19; 13-18, 17-14, 25-27)

 

Pompea Mantova: Ghersetti 14, Raspino 10, Metrevelli 0, Veideman 6, Vencato 4, Visconti 23, Maspero 3, Morse 9, Guerra NE, Poggi 3. All: Finelli

 

Baltur Cento: Taylor 24, Taflaj 8, Chiumenti 4, Gasparin 16, Benfatto 13, Moreno 3, Ebeling 0, White 10, Di Bonaventura NE, Balducci NE. All: Bechi

 

Arbitri: Brindisi, Raimondo, Morassuti

 

Tiri liberi: MA 5/13 (38%): CE 11/12 (92%)

 

Rimbalzi: MA 36; CE 36

 

Falli MA 21; CE 19

 

Tiri da 2: MA 17/38 (45%); CE 20/42 (48%)

 

Tiri da 3: MA 11/24 (46%); CE 9/19 (47%)

 

Ultime quattro partite per la Benedetto XIV che è alla ricerca di una vittoria che manca ormai da troppo tempo e che potrebbe rilanciare i biancorossi in classifica. La squadra di Bechi è il fanalino di coda del campionato e non può permettersi un altro passo falso se vuole continuare a sperare nella salvezza. L’unica possibilità per vincere questa partita è giocare con la stessa attenzione e cattiveria vista solo una settimana fa contro la Fortitudo Bologna. Ad attendere la Baltur è la Pompea Mantova, squadra in fiducia che viene da un filotto di quattro partite vinte e che vuole continuare a fare punti per avere un buon piazzamento in vista dei play-off.

I padroni di casa partono bene segnando, prima con Ghersetti e poi con Raspino, le triple del 6-0. Cento sa che la partita è appena iniziata e rimane concentrata per evitare errori. Dopo due minuti di gioco il punteggio è in perfetto equilibrio (7-7). Il canestro di Benfatto regala ai biancorossi il primo vantaggio del match e da inizio alla fuga della Benedetto XIV. La Pompea sembra accusare il colpo ma, sul finire del quarto, riesce a rientrare in partita grazie anche a Riccardo Visconti, vero incubo per la difesa Centese. La prima frazione si chiude sul 17-19 in favore degli ospiti.

Si apre il secondo game con la bomba di Gasparin che regala a Cento il più cinque (17-22). Mantova riesce a contenere il margine dagli avversari e ritrova, con la schiacciata di Morse, il pareggio a quota 27. I minuti finali del quarto sono tutti in favore della Benedetto XIV che, sfruttando le difficoltà degli avversari, trova i canestri che le permettono di chiudere il primo tempo avanti di sette punti (30-37).

L'inizio del secondo tempo non è dei migliori per i biancorossi che vedono rientrare gli avversari a meno uno, grazie a un 6-0 di parziale. In un primo momento la squadra di Bechi tiene botta ma, qualche errore di troppo, consente a Mantova di ritrovare il vantaggio nel punteggio (44-43). Il rischio che la Baltur accusi il colpo è alto ma, fortunatamente, Benfatto e compagni rimangono compatti e, superato il momento di difficoltà, tornano a segnare riuscendo a chiudere in vantaggio anche la terza frazione (47-51).

La Benedetto XIV deve resistere altri dieci minuti se vuole portare a casa la vittoria perché Mantova, come dimostra anche il 5-0 di parziale, non ha ancora tirato i remi in barca. La prima parte del quarto è uno scontro diretto tra Visconti e Benfatto che continuano a mandare a segno ogni tiro lasciando praticamente invariata la situazione. Si entra negli ultimi tre minuti con Cento avanti di nove ma è ancora troppo presto per cantare vittoria. I padroni di casa, infatti, riescono ancora una volta a rientrare in partita trovando con Veideman il canestro del 69 pari. Nel momento decisivo del match sale in cattedra Taylor che manda a segno nove punti consecutivi e spegne le speranze della Pompea. I canestri del numero uno biancorosso regalano, infatti, la vittoria alla Benedetto XIV che, grazie a questi due punti, raggiunge la Bakery Piacenza a quota quattordici.

Le parole di Benfatto e Taylor a fine partita

Benfatto

“Sapevamo che mancavano quattro partite fondamentali per noi. Stiamo lavorando bene da due mesi e questo è il primo premio. Sappiamo, però, che non basta e adesso dobbiamo vincere anche le prossime. Ora ci godiamo questa vittoria visto che mancava da tanto tempo e da domani guarderemo al prossimo impegno. Ora siamo a pari punti con la Bakery ma non dobbiamo distrarci”

Taylor

Descrivi il tuo ultimo tiro

“Il tempo stava scadendo, la palla mi è arrivata e ho tirato”

Cosa pensi di questa vittoria?

“Lavoriamo duro ogni giorno ed è una bellissima sensazione tornare a vincere. Sono arrivato qui per aiutare la squadra, sento la fiducia di tutti”

E riguardo al duello tra te e Vencato?

“E’ un gran giocatore, molto competitivo. Ci siamo divertiti”

Hai dimostrato di avere del sangue freddo anche nei momenti decisivi

“Assolutamente si. Sono arrivato qui per questo, sento la fiducia di tutti e dobbiamo pensare a finire la stagione”

 

 

Ultima modifica il Domenica, 31 Marzo 2019 20:37
Lorenzo Gaballo

Nato a Perugia, bolognese di adozione. Appassionato di sport,soprattutto di basket e calcio,sogno di diventare un giornalista sportivo e, mi auguro di trasformare la mia passione per lo sport in un lavoro.