Stampa questa pagina
Alessandra Tava durante la gara contro Valdarno Alessandra Tava durante la gara contro Valdarno Bianca Costantini

Bologna parte bene, ma crolla nel finale: Umbertide batte Progresso 67-64

Scritto da  Apr 08, 2019

PALLACANESTRO FEMMINILE UMBERTIDE-BASKET PROGRESSO MATTEIPLAST 67-64 (11-22; 29-38; 47-47)

Pallacanestro Femminile Umbertide: Pompei 7, Giudice 19, Riccioni ne, Prosperi 12, Spigarelli 2, Albanese, Cvitkovic 17, Moriconi 5, Paolocci 3, Olajide 2. All. Alessandro Contu.

Basket Progresso Matteiplast: D’Alie, Cordisco, Tassinari, Dall’Aglio, Storer ne, Tava, Meroni, Tridello, Prisco, Grandini, Nannucci, Rosier. All. Giancarlo Giroldi.

Arbitri: Vincenzo Agnese, Pietro Rodia.

Tiri liberi: UM 11/20 (55%); BO 13/18 (72%).

Rimbalzi: UM 37; BO 30.

Falli: UM 19; BO 22.

Tiri da 2: UM 22/35 (62%); BO 18/36 (50%).

Tiri da 3: UM 4/19 (21%); BO 5/19 (26%).

 

QUINTETTI INIZIALI

Pallacanestro Femminile Umbertide: Pompei, Giudice, Prosperi, Cvitkovic, Paolocci.

Basket Progresso Matteiplast: D’Alie, Nannucci, Tassinari, Tava, Meroni.

 

Sconfitta bruciante per la Progresso Matteiplast, sconfitta nel finale da Umbertide per 67-64. In serie positiva da sette turni, le ragazze di Giroldi iniziano bene il match, andando subito sullo 0-8 dopo soli centottanta secondi grazie alle realizzazioni di D’Alie, Meroni e Tassinari. Timeout per le umbre che non sposta gli equilibri della gara: Bologna continua a macinare punti, chiudendo la prima frazione sul +11 con il canestro di Tridello, cui risponde a fil di sirena Giudice.

Il primo giro di boa segna una svolta da parte di Umbertide: Pompei, Giudice e Cvitkovic combinano per 13 punti, riducendo sensibilmente il vantaggio felsineo. La Progresso fatica in fase offensiva, fallendo numerose realizzazioni, ma Tava è una furia e con dieci punti nel solo secondo quarto, porta la sua squadra all’intervallo lungo sul +9.

Secondi 10’ di gara vinti dalle umbre, che al rientro dalla pausa lunga dimostrano alle avversarie di non scherzare affatto: Giudice, Prosperi e Cvitkovic mordono, ricucendo lo strappo, Pompei impatta a meno di due minuti dalla fine del quarto. Nonostante gli sforzi di Tava, Meroni e Tassinari, Giudice regala il primo vantaggio alla sua squadra con un tiro in sospensione a cinquanta secondi dall’ultimo periodo, vantaggio vanificato dal successivo canestro di Rosier.

Duro colpo per Bologna, che vede scivolare la gara dalle proprie mani dopo un minuto nel periodo finale: Giudice assesta una coltellata dall’arco, Dall’Aglio si vede assegnare un tecnico, uscendo anzitempo e mandando in lunetta Cvitkovic. Moriconi con 5 punti porta le umbre sul +6, vantaggio che balla costantemente fino al -3 ospite, ma che non viene mai ribaltato, portando Umbertide a vincere contro la Progresso.

Umbria amara per le felsinee, che lasciano sul parquet del “Palazzetto dello Sport” due punti sanguinosissimi, perdendo terreno su Campobasso, vincente contro Cagliari, e non riuscendo a staccare Palermo, sconfitta anch’essa da Civitanova Marche in trasferta.

Lele Carl Malaguti

Emanuele Malaguti, piú comunemente noto come Lele Carl, aspirante giornalista, appassionato di tutte le discipline sportive, in primis calcio e basket. Tifoso del Bologna Fc, della Fortitudo e dei Boston Celtics, regista e speaker radiofonico, irriducibile sognatore..