Un comunicato della Virtus Pallacanestro relativo al comportamento di alcuni suoi giocatori colti in discoteca

Scritto da  Apr 09, 2019

Tuoni, fulmini e saette sulla Virtus Pallacanestro e su alcuni dei suoi atleti, "beccati" sui social in una libera uscita notturna domenica, dopo la pesante sconfitta interna contro l'Oriora Pistoia. Tifosi scatenati sui social, con modi francamente alquanto discutibili, e società che questa sera è uscita con un comunicato ufficiale col quale si stigmatizza quanto accaduto.

Questo il testo del comunicato:

"La Società Virtus Pallacanestro Bologna ha appreso via social network, osservando alcuni video sugli stessi pubblicati, che alcuni giocatori, successivamente alla sconfitta di Domenica scorsa in casa contro l’Oriora Pistoia, si sono recati a Milano ove sono rimasti fino a tarda notte intrattenendosi in locali notturni.

Società, dirigenza e staff tecnico si dissociano e stigmatizzano l’atteggiamento inequivocabilmente documentato e commesso in violazione degli obblighi comportamentali gravanti su giocatori professionisti.

Le azioni messe in atto dai tesserati ledono gravemente le regole di etica e cultura di Virtus Pallacanestro, oltre a risultare irrispettose nei tempi e nei modi verso la tifoseria e la città tutta.

 

Per tale motivo Virtus Pallacanestro adotterà nei confronti degli atleti coinvolti provvedimenti sanzionatori che determinerà insieme ai propri legali nei prossimi giorni."

Suscita curiosità quali potranno essere questi provvedimenti, in particolare di quale entità e natura. Staremo comunque a vedere. 

 

Andrea Marcheselli

Bolognese, giornalista di ormai vecchia data, critico teatrale e letterario, da sempre appassionato di basket è stato giocatore, dirigente ma soprattutto allenatore, ed ora per 1000 Cuori Rossoblu anche commentatore delle vicende virtussine