Elisabetta Tassinari Elisabetta Tassinari Bianca Costantini

Progresso-Medoc Forlì dura solo un quarto, poi il vuoto: vince Bologna 81-49

Scritto da  Apr 26, 2019

MEDOC FORLÌ-BASKET PROGRESSO MATTEIPLAST 49-81 (14-15; 29-41; 43-57)

Medoc Forlì: Boni, Zavalloni 10, Vespignani 2, Lolli Ceroni 6, Pieraccini, Ronchi, Aleotti 12, Duca, Gramaccioni 1, Martines 5, Juric 8, Duca 5. All. Gabriele Ceccaroni.

Basket Progresso Matteiplast: D’Alie 17, Cordisco, Tassinari 26, Dall’Aglio 6, Storer 4, Tava ne, Meroni 9, Tridello 6, Prisco, Grandini 2, Nannucci 3, Rosier 8. All. Giancarlo Giroldi.

Arbitri: Eugenio Roberti, Francesca Cavedon.

Tiri liberi: FO 7/11 (63%); BO 8/16 (50%).

Rimbalzi: FO 42; BO 47.

Falli: FO 19; BO 18.

Tiri da 2: FO 12/36 (33%); BO 26/56 (46%).

Tiri da 3: FO 6/17 (35%); BO 7/22 (31%).

 

QUINTETTI INIZIALI

Medoc Forlì: Aleotti, Martines, Zavalloni, Boni, Juric.

Basket Progresso Matteiplast: D’Alie, Nannucci, Tassinari, Storer, Meroni.

 

Giornata inusuale di campionato per la Progresso Matteiplast, ospite della Medoc Forlì per il 29° turno di campionato. Romagnole penultime in graduatoria e che inizialmente hanno creato qualche grattacapo alle emiliane, chiudendo la prima frazione sotto solo di una lunghezza. Aleotti e Juric le più positive per le padrone di casa, ma la qualità di Tassinari vanifica tutti gli sforzi delle avversarie: 17 punti nel solo primo tempo, che permettono a Bologna di prendere il largo, chiudendo all’intervallo lungo 29-41.

Secondi 20’ di gara aperti dalla tripla di D’Alie, cui seguono quattro canestri di Tassinari, per innalzare ancora il proprio score personale. Duca e Juric provano di limitare la straripante numero 7 biancoblù, ma la superiorità tecnica felsinea e l’ampio divario affossano le speranze residue di Forlì. Ultimo parziale che è pura accademia per la Progresso: 12 punti di D’Alie ed un contorno realizzativo di tutto l’organico di Giroldi, senza possibilità di replica, che permette a Bologna di chiudere la sfida sul 49-81.

Un’altra vittoria fondamentale per le emiliane, che permette loro di agganciare Campobasso al secondo posto, seguendo a stretto giro di posta La Spezia, prima con una sola partita di vantaggio.

Lele Carl Malaguti

Emanuele Malaguti, piú comunemente noto come Lele Carl, aspirante giornalista, appassionato di tutte le discipline sportive, in primis calcio e basket. Tifoso del Bologna Fc, della Fortitudo e dei Boston Celtics, regista e speaker radiofonico, irriducibile sognatore..