Virtus: nuova nota della società sul "caso Champions League"

Scritto da  Giu 14, 2019

Nuova nota della Virtus sul “caso Champions League”. La società bianconera, a seguito del comunicato della FIP, ha voluto sottolineare come, la richiesta per partecipare all’edizione 2019-2020 della BCL, sia stata effettivamente mandata salvo, poi, essere ritirata.

"Per gli ottimi rapporti da sempre in essere con FIP e FIBA, Virtus Pallacanestro Bologna ritiene importante precisare quanto segue. La Società conferma, così come indicato da FIP, di aver inviato in data 27.5.19 il Club Admission Form (vistato dalla FIP in data 28.5.19) per partecipare alla BCL 2019/20, come da diritto conseguito in forza della vittoria dell’ultima edizione della stessa. Si precisa di aver poi ritirato tale Admission Form in data 12.6.19, prima della scadenza del termine per la presentazione delle richieste di ammissione. E' altrettanto vero che la società non ha sottoscritto contratti per la concessione di wild card per la prossima edizione della BCL. Tale decisione, anche se sofferta, è dovuta soltanto a valutazioni in linea con la strategia aziendale e imprenditoriale della società, posto che l’esperienza di Virtus nella BCL dello scorso anno ha confermato l’importanza e il prestigio di tale competizione, che è e rimane di altissimo livello e ben organizzata. Siamo spiacenti che tale comportamento abbia certamente arrecato disagio alla politica federale ed alla Federazione internazionale e confidiamo, con la presente nota, di aver chiarito ogni equivoco confermando la disponibilità e l’impegno a rimanere al fianco della FIP per collaborare in modo costruttivo e sereno al miglioramento di tutto il sistema cestistico italiano".

Non resta che aspettare la fine del Consiglio per vedere se, effettivamente, la FIP abbia a disposizione le carte di adesione della Virtus alla BCL.

Lorenzo Gaballo

Nato a Perugia, bolognese di adozione. Appassionato di sport,soprattutto di basket e calcio,sogno di diventare un giornalista sportivo e, mi auguro di trasformare la mia passione per lo sport in un lavoro.