Kyle Weems e, a destra, Frank Gaines Kyle Weems e, a destra, Frank Gaines

Virtus Segafredo: via Aradori, ecco Weems e Gaines

Scritto da  Ago 12, 2019

Non c’è, come invece annunciato, Vince Hunter, bloccato dalle ultime visite mediche di controllo, prima dell’allenamento a porte chiuse che si sosterrà al PalaDozza nel pomeriggio. Ci sono, ovviamente, Kyle Weems e Frank Gaines alla presentazione alla stampa dei nuovi arrivi statunitensi alla Virtus Segafredo. Introdotti dal presidente, Giuseppe Sermasi, che si è detto onorato e orgoglioso di questa sua prima incombenza da quando ha assunto la carica, per i giocatori sono ovviamente state le solite parole di circostanza, oggi forse ancor più di sola circostanza del solito: pochi accenni tecnici, più che altro dichiarazioni sulla loro felicità di  trovarsi in questa nuova avventura in una società storica e in una città come Bologna, con l’obiettivo di fare bene in stagione e, perché no, di fare un salto in avanti nella propria carriera.

Ovvie, se vogliamo, pure le risposte su un paio di domande più tecniche, circa il loro ruolo specifico in campo. Naturalmente, va bene qualsiasi scelta dell’allenatore, per loro l’importante è giocare mettendosi al servizio della squadra, cercando di dare il massimo in qualunque ruolo. Interviene, in proposito, Sermasi, per sottolineare come sarà il tecnico a decidere dove e in che modo dovranno giocare, apprezzando la loro piena disponibilità alle esigenze tecniche della squadra .

Insomma, tutto rapido e indolore, in un frangente in verità che così indolore non appare davvero del tutto, con il comunicato appena uscito che conferma la rescissione del rapporto con l’ormai ex capitano Pietro Aradori e l’incubo sullo stato fisico di Teodosic ancora tutto da chiarire nell'entità e in prospettiva.

Un’estate davvero particolare, questa, per la Virtus Segafredo, che da oggi vorrebbe cominciare a fare sul serio e deve invece probabilmente di nuovo interrogarsi su quello che potrà essere sul piano dell’organico e, conseguentemente,  per quanto riguarda le aspettative della stagione.

 

Andrea Marcheselli

Bolognese, giornalista di ormai vecchia data, critico teatrale e letterario, da sempre appassionato di basket è stato giocatore, dirigente ma soprattutto allenatore, ed ora per 1000 Cuori Rossoblu anche commentatore delle vicende virtussine