Per Teodosic niente Mondiali. Il suo futuro, per ora, è all'Isokinetic

Scritto da  Ago 20, 2019

Brutte notizie per Milos Teodosic e la nazionale serba in procinto di partecipare ai mondiali di basket in Cina: Sale Djordjevic ha ufficializzato la scelta di non convocarlo, a seguito dell’infortunio subito lo scorso 10 agosto.

Il campione appena acquistato dalla Virtus Segafredo tornerà dunque nei prossimi giorni a Bologna, dove proseguirà il programma di recupero continuando presso il Centro Isokinetic il lavoro concordato con lo staff della società bianconera.

Lo ha comunicato la stessa Virtus, aggiungendo una dichiarazione dell’Amministratore Delegato Luca Baraldi: “Abbiamo avuto una collaborazione ed una comunicazione costante con i colleghi della Federazione Serba e desidero ringraziare il Presidente Danilovic, Coach Djordjevic e il Prof. Radovanovic per la sensibilità e la disponibilità dimostrate. Sappiamo bene cosa rappresenti Milos in Serbia e per la Nazionale, ci dispiace moltissimo che non sia in Cina, ma è giusto mettere la salute ed il recupero del giocatore al primo posto ed è quello che faremo anche noi. Abbiamo davanti agli occhi numerosi casi di top player infortunati, serve grande attenzione e grande scrupolo davanti ad un calendario sempre più pressante. Ci sono troppi infortuni ed i grandi giocatori vanno tutelati perché sono loro i protagonisti dello spettacolo”.

In altre parole, tra le righe cogliamo come non si siano voluti mettere a rischio l’intera stagione e un investimento importante sia in termini finanziari che di immagine, oltre che puramente sportivo. Ora resta da attendere l’evoluzione della condizione del giocatore, che difficilmente sarà a disposizione ad inizio campionato ma chiaramente si spera possa non perdere più dei primi mesi, nonostante la lesione plantare confermata dalle dichiarazioni di coach Djordjevic.

Andrea Marcheselli

Bolognese, giornalista di ormai vecchia data, critico teatrale e letterario, da sempre appassionato di basket è stato giocatore, dirigente ma soprattutto allenatore, ed ora per 1000 Cuori Rossoblu anche commentatore delle vicende virtussine