Stampa questa pagina

Le parole dei protagonisti al termine di Italia-Serbia. Sacchetti: "Abbiamo creato buoni tiri ma la loro maggiore fisicità ci ha messo in difficoltà"

Scritto da  Set 04, 2019

Si è chiusa con una sconfitta la fase a giorni dell'Italbasket a questo Mondiale 2019. La squadra di Sacchetti, però, forte delle due vittorie contro Filippine e Angola, è riuscita a qualificarsi per la seconda fase dove affronterà Spagna e Porto Rico per cercare di conquistare i quarti di finale. Queste le parole dei protagonisti azzurri al termine della partita contro la Serbia, persa a causa di alcuni errori sanguinosi.

Datome

"Il nostro obiettivo era metterli in difficoltà e penso che ci siamo riusciti per la maggior parte della partita. Loro sono stati bravi a punire ogni nostro errore. Penso che abbia vinto la squadra migliore e faccio loro i complimenti. Siamo contenti di esserci qualificati per la seconda fase, dobbiamo rimanere concentrati e fare tutto il possibile per essere pronti per le sfide successive".

Sacchetti

"Sapevamo che sarebbe stato difficile giocare contro di loro vista la loro maggiore fisicità che li ha sicuramente aiutati soprattutto in mezzo all'area. Abbiamo giocato abbastanza bene ma ci hanno messo in difficoltà con il loro movimento palla. Anche noi abbiamo mosso bene la palla e creato buoni tiri ma, contro una squadra che ha giocato al massimo, era difficile portare a casa il successo".

Come giudichi i fischi degli arbitri nei confronti della tua squadra? Nel terzo quarto eravate in bonus dopo appena cinque minuti mentre la Serbia aveva zero falli.

"Era molto difficile fermarli in mezzo all'area, per cercare di bloccarli abbiamo commesso molti falli ma penso sia normale vista la differenza di centimetri e chili tra noi e loro.

Gallinari

"La differenza tra noi e loro si è vista durante la partita. Abbiamo giocato bene per tre quarti ma, per portarla a casa, era necessario giocare ad alta intensità tutti e quaranta i minuti. L'essere stati in bonus troppo presto nel terzo quarto non ci ha aiutato perchè gli ha permesso di trovare punti facili dalla lunetta. Ora ci aspettano altre partite che dobbiamo assolutamente portare a casa".

Hackett

"Abbiamo pagato un po' di stanchezza contro una squadra esperta che non perdona nulla. Sono arrabbiato perchè ho perso alcuni palloni sanguinosi che hanno aiutato la Serbia a rimanere in vantaggio".

Di seguito gli orari dei prossimi impegni degli azzurri:

Venerdì 6 settembre: Italia-Spagna, ore 14.30, diretta su Sky Sport

Domenica 8 settembre: Italia-Porto Rico, ore 10.30, diretta su Sky Sport

 

Ultima modifica il Mercoledì, 04 Settembre 2019 19:18
Lorenzo Gaballo

Nato a Perugia, bolognese di adozione. Appassionato di sport,soprattutto di basket e calcio,sogno di diventare un giornalista sportivo e, mi auguro di trasformare la mia passione per lo sport in un lavoro.