Andrea Costa Imola Basket, ko interno alla prima casalinga (73-80)

Scritto da  Ott 07, 2019

 

Di Tommaso Mazza

 

Inizia con una dolorosa sconfitta interna il cammino in campionato dell’Andrea Costa, superata con il punteggio di 80 a 73 da una coriacea Poderosa Montegranaro che, pur senza strafare, è cinica bei momenti caldi dell’incontro e, trascinata dalla verve di Thomas e Serpilli, riesce a portare a casa i tanto agognati due punti. L’Andrea Costa paga soprattutto le pessime percentuali al tiro, sia dai 6,75 (4/19 al 40’) che dalla linea delle carità (13/21), quest'ultimo problema ormai endemico che ha coinvolto non solo i soliti noti. In generale però la prestazione dei biancorossi non è stata sufficiente, nonostante voglia di lottare e spirito di sacrificio non siano mancati: il gioco frizzante e veloce ammirato per larghi tratti della preseason non si è visto, affidandosi quasi esclusivamente al talento di Morse (uscito vincitore dal duello con il dirimpettaio Thompson), Bowers e del rinato Masciadri.  Cosi facendo tiratori come Baldasso e Taflaj hanno faticato ad entrare in partita, senza trovare mai il bandolo della matassa, così come la coppia di play Fultz e Valentini, risultata decisamente poco incisiva. Buono comunque il lavoro di tutti nel pitturato, compreso Ingrosso riuscito ad ergersi a grande protagonista nel terzo quarto, mentre è parsa decisamente da rivedere la difesa sul perimetro, che ha permesso di prendere fiducia anche a dei non-specialisti come Bonacini e Palermo. 

 

LA CRONACA - Partenza con le polveri bagnate per Imola, che deve aspettare quasi 4’ per festeggiare il primo canestro su azione (di Morse). L’iniziale parziale subito di 2 a 9 non scoraggia i padroni di casa, che fanno un grande affidamento proprio sul lungo ex Mantova, capace di trasformare in oro ogni pallone ricevuto vicino al tabellone e soprattutto mandare in crisi Thompson. Coach Ciani trova ossigeno dalla panchina con l’energia di Bonacini e Cucci, ma una magata di Bowers consente a Imola di chiudere i primi 10’ in vantaggio sul 19 a 18. Ad inizio secondo parziale, passaggio a vuoto di Fultz e compagni che subiscono un terribile parziale di 23 a 8 che consente a Montegranaro di volare sul 41 a 27, sorretta da percentuali stellari al tiro pesante. La reazione però è da squadra vera e Bowers e Masciadri scuotono la Dipa-band, tornando sul -4 all’intervallo lungo, accedendo l’entusiasmo del pubblico del Ruggi. La ripresa è caratterizzata da grande equilibrio, ma Imola trova un Ingrosso di lusso e prova ad allungare. La Poderosa però non ci sta e riesce a rispondere ad ogni tentativo di fuga romagnolo, nonostante ad inizio quarto quarto l’inerzia sia ancora tutta dalla parte de Le Naturelle. Nei minuti finali, Montegranaro mette prima la testa avanti con un sontuoso Serpilli, poi punisce i tanti errori al tiro dei biancorossi allungando fino al +7 finale grazie ad un gioco da tre punti di Cucci. Per Imola quindi un esordio da dimenticare: i romagnoli saranno dunque chiamati al riscatto tra 7 giorni, quando faranno visita alla neopromossa San Severo, vincente all’esordio in casa di Milano. 

IL TABELLINO

Le Naturelle Imola Basket – XL Extralight Montegranaro 73-80 (19-18, 18-23, 21-15, 15-24)

Le Naturelle Imola Basket: Anthony Morse 20, Timothy Jermaine Bowers 19, Stefano Masciadri 12, Tommaso Ingrosso 10, Lorenzo Baldasso 5, Celis Taflaj 4, Robert Fultz 2, Luca Valentini 1, Nikola Ivanaj, Giorgio Calvi NE, Alessandro Alberti NE. All. Di Paolantonio

 

XL Extralight Montegranaro: Michele Serpilli 20, Aaron Thomas 20, Valerio Cucci 13, Davide Bonacini 12, Matteo Palermo 9,Martino Mastellari 2, James Thompson IV 2, Luca Conti 2, Matteo Berti, Gabriele Miani NE. All. Ciani 

Ultima modifica il Lunedì, 07 Ottobre 2019 18:17
Claudio Leone

Palermitano di nascita, valledolmese di crescita (e nel cuore), imolese dall'adolescenza in poi. Innamorato del calcio in ogni sua espressione, vivo di curiosità, con picchi di entusiasmo fanciulleschi nel nutrirmi di storie poco note. Segno distintivo: politeista. Venero Roby Baggio, Federico Buffa ed altri personaggi del mondo sportivo.