Reggio Emilia-Virtus Segafredo, Djordjevic: "Sappiamo cosa ci aspetta, la sfida contro Reggio Emilia è la più importante della stagione"

Scritto da  Nov 02, 2019

Trasferta impegnativa per la Virtus Segafredo che giocherà al PalaBigi contro Reggio Emilia, dopo la vittoria in EuroCup contro il Monaco ottenuta grazie all'eccezionale prestazione di Teodosic. Queste le parole di coach Djordjevic alla vigilia del match:

"Ieri per qualche guaio tecnico non ci siamo allenati bene ma, ora, dobbiamo pensare solo a questa sfida contro Reggio Emilia, fondamentale per il nostro cammino in campionato. Siamo consapevoli che non abbiamo fatto ancora niente, dobbiamo essere bravi a giocare una partita difficile, contro una squadra che si è rinforzata molto nel corso del campionato acquistando giocatori come Poeta e Fontecchio. Sono una bella squadra, molto atletica, Jhonson-Odom sta giocando bene, Voivoda può farci male con il suo tiro, non sono sorpreso che stiano facendo bene in campionato. Sappiamo quello che ci aspetta soprattutto giocando fuori casa. Weems sarà con noi, Cournooh ha ripreso ad allenarsi e spero che oggi sia disponibile al 100% perchè domani sarà utile la sua energia”.

Reggio è una squadra che vi assomiglia nel gioco difensivo.

“Come detto prima, Buscaglia è un ottimo allenatore che pretende molto dal punto di vista difensivo dalle sue squadre. Dobbiamo stare attenti a non farli giocare in campo aperto”.

Gli impegni di  EuroCup possono  togliere un po’ di energia, temi tutto ciò?

“No, sono una persona che pensa positivo e stiamo, anche, lavorando duro per evitare che ciò accada”.

Delia?

“Arriverà anche il suo momento, ha bisogno di ritrovare la forma fisica. Ha disputato molte partite in poco tempo e, proprio per questo motivo, preferiamo non forzarlo. Ha svolto già un ruolo importante dando dei cambi di qualità ai nostri lunghi”.

Sembri molto soddisfatto degli allenamenti della squadra.

“Si, per me gli allenamenti sono cruciali per preparare al meglio le partite. Se si è visto un calo di energia può essere dovuto a qualcosa che è successo in settimana. Penso, però, che visti i  nostri impegni, i cali fisici siano fisiologici”.

Prima del match contro Treviso riuscirete ad allenarvi sul nuovo campo?

"Non so, spero di si".

Ultima modifica il Sabato, 02 Novembre 2019 15:38
Lorenzo Gaballo

Nato a Perugia, bolognese di adozione. Appassionato di sport,soprattutto di basket e calcio,sogno di diventare un giornalista sportivo e, mi auguro di trasformare la mia passione per lo sport in un lavoro.