Stampa questa pagina
Inaugurata, oggi, Casa Virtus Alfasigma foto Ciamillo Castoria/Virtus Pallacanestro

Inaugurata, oggi, Casa Virtus Alfasigma

Scritto da  Nov 06, 2019

Alla presenza  di Massimo Zanetti, patron della Virtus Segafredo, Don Massimo Vacchetti, incaricato per la pastorale dello sport e del turismo dell'Arcidiocesi di Bologna, la proprietà del naming sponsor di Casa Virtus e i partner di Virtus Pallacanestro Bologna si è tenuta oggi  l’Inaugurazione ufficiale di Casa Virtus Alfasigma. Il patron Massimo Zanetti ha proceduto al taglio del nastro una volta terminati i saluti iniziali e la benedizione degli stabili.  L’evento è proseguito con la visita degli uffici e dei piani superiori in cui vivono attualmente giocatori e giocatrici di entrambe le squadre del club cestistico bolognese. 

Per l'occasione,, ha parlato l'amministratore delegato di Virtus Segafredo, Luca Baraldi: “Casa Virtus rappresenta il punto di riferimento e il luogo formativo per ogni ragazzo, ragazza, bambino o bambina che desideri praticare lo sport della Pallacanestro. Un luogo in cui la crescita spirituale e personale di ognuno dei nostri atleti venga messa al primo posto. Sono davvero orgoglioso di inaugurare Casa Virtus Alfasigma, la nostra casa e la casa dei nostri atleti. Virtus Pallacanestro è da sempre vicina ai suoi giocatori e alle sue giocatrici, ponendo al primo posto la tutela e il benessere della persona; come Virtus Segafredo vogliamo che le esigenze extra sportive dei nostri tesserati siano messe al primo posto. Siamo convinti che la crescita sportiva e professionale dei nostri giocatori e delle nostre giocatrici debba partire da qui, prima che in campo, da Casa Virtus Alfasigma”.

È poi intervenuto il presidente di Alfasigma, l’Ingegnere Stefano Golinelli, con queste parole: “Abbiamo deciso di sponsorizzare Casa Virtus Alfasigma perché possa essere sempre più accogliente ed efficiente, ospitando giovani giocatori che vengono da lontano e facendo crescere i talenti locali. Inoltre questa struttura permette di offrire ai ragazzi del quartiere - e di Bologna in generale - un playground aperto, utile a promuovere lo sport come veicolo di benessere e parte integrante di uno stile di vita salutare, oltre che di socializzazione e fair play. Comportamenti e valori di cui Alfasigma è convinta sostenitrice, avendo come missione la Salute delle persone e sostenendo da sempre iniziative di responsabilità sociale rivolte alla comunità locale”.

Andrea Marcheselli

Bolognese, giornalista di ormai vecchia data, critico teatrale e letterario, da sempre appassionato di basket è stato giocatore, dirigente ma soprattutto allenatore, ed ora per 1000 Cuori Rossoblu anche commentatore delle vicende virtussine