Nuova Unipol Arena Nuova Unipol Arena Press Reader

Il Corriere di Bologna - A Basket City si infiamma la "Battaglia dei Palasport"?

Scritto da  Nov 09, 2019

Quando si parla di coincidenze: ieri, mentre in Fiera il Patron Zanetti presentava la nuova Virtus Segafredo Arena, progetto condiviso con Fiere Internazionali di Bologna nella realizzazione e nei costi/incassi (e contemporaneamente  lanciava, prospetticamente, il nuovo progetto della casa bianconera da 16mila posti (progetto che vedrà la luce nei prossimi 4 anni e  che potrà ingrandirsi fino a 40mila spettatori per evento/spettacolo) , gli rispondeva da Casalecchio Claudio Sabatini per la posa della prima pietra della nuova Unipol Arena, la cui capienza entro giugno arriverà a 18mila posti, con un museo a cielo aperto di 10mila metri quadrati che accoglierà gli spettatori prima degli eventi e un nuova area destinata a camerini per gli artisti e back stage. Nella riorganizzazione dell'area ci saranno nuovi ristoranti tematici e una nuova stazione della Suburbana (pronta a settembre 2021) che aiuterà tutti i partecipanti agli eventi ad arrivare all'Unipol Arena via rotaia. E nel finale dell'evento di presentazione, lo stesso Claudio Sabatini ha parlato nuovamente  di "partite di pallacanestro a Casalecchio, perchè questo (La Unipol Arena) è un impianto sportivo, con una sua storia e tanti ricordi". Quindi la domanda lecita che ci verrebbe da porre è la seguente: un impianto più grande e accogliente per quale società sportiva? Insomma Bologna si appresta, a progetti invariati nei prossimi anni, ad assistere ad  una "Battaglia dei Palasport", la cui ricaduta sul territorio non potrà che essere positiva, portando all'innalzamento della qualità e della quantità dell'offerta degli spettacoli e degli eventi (avendo accresciuto la capacità di accoglienza dei due contenitori "principali" della città), non solo di spettacoli main stream a livello nazionale, ma anche a livello continentale. Per cui se dovrà essere "battaglia", che battaglia sia.

 

(Fonte CorrBo)

Torben Grael

Amante delle profondità umane e ricercatore delle motivazioni che muovono l'universo mondo, ama lo sport di squadra e ogni sua evoluzione possibile, la musica AOR e tutto quanto si chiama "PROSPETTIVA"