Djordjevic: "Contento dell'approccio della squadra e del nostro stato fisico. Teodosic? Me lo godo"

Scritto da  Dic 01, 2019

Il commento di coach Djordjevic dopo la vittoria della Virtus Bologna contro Cantù 89-70:

"Non mi ricordo una partita con questa attenzione difensiva da parte della Virtus, quest’anno. E’ un dato positivo che mi dà tranquillità, abbiamo lavorato bene l’ultima settimana. Una Vittoria importante e il nostro cammino continua. Ora ci aspetta un’altra settimana di lavoro prima della prossima trasferta. A rimbalzo abbiamo sofferto nel primo tempo, Cantù ci andava invece con grande grinta con 2-3 giocatori e ci hanno messi in difficoltà. Nel secondo tempo invece abbiamo preso il controllo della partita e amministrato il vantaggio. E’ scontato parlare del talento di alcuni nostri giocatori. Abbiamo fatto vedere belle cose offensive, ma a me interessa lo stato fisico della squadra e l’approccio, e di questo sono contento. Il record 10-0? Ce n’è un altro, questo non è record. Andiamo a giocare la prossima partita con l’intenzione di vincerla, contro una squadra importante, che oggi ha vinto in trasferta e sta crescendo. Dobbiamo essere consapevoli di quello che dovremo e potremo migliorare, con la giusta dose di umiltà. Fa sicuramente piacere, ma non possiamo fermarci qui. E’ solo l’inizio del campionato, c’è da pedalare tanto. A +20 nel quarto quarto a volte fai l’errore di pensare che la partita finirà da sola. Non è mai vero, dall’altra parte i giocatori tirano fuori il massimo. Cantù l’ha fatto, e abbiamo dovuto reagire di nuovo. Poco a poco stiamo capendo quale può essere la nostra forza, e deve essere la responsabilità difensiva. Gli extrapass sono la mia maniera di pensare e insegnare basket. Per fortuna abbiamo un maestro in questo, e oggi sono stati bravi in tanti. La gente si esalta a vedere i giocatori che si cercano, speriamo di continuare così. Teodosic me l’aspettavo così? Me l’aspettavo meglio. Perché è partito con un problema, e sta cercando continuità fisica, e non è facile avendo tante partite ravvicinate. Lui ha saltato tutta la preparazione. Per voi magari è una scoperta, io sorrido e me lo godo. Lui ha sposato al 100% il progetto di Virtus Segafredo, secondo me nel momento giusto. E’ entusiasta di portare qualcosa di suo alla crescita della società, di mettere un suo “timbro”. E questo solo i grandi lo fanno. Dal punto di vista tecnico e fisico può migliorare ancora. Ci stiamo tutti abituando ad averlo."

Andrea Grossi

Appassionato di Pallacanestro a 360º (LBA, LNP, Eurolega, Eurocup, NBA e chi più ne ha più ne metta). Scrittore di palla a spicchi da 3 anni, co-fondatore di BOLaround, collaboratore di Sportando, ex speaker Punto Radio e Addetto stampa Basket Progresso Matteiplast.