Stampa questa pagina

La Tramec Cento sconfitta in volata sul campo della Virtus Civitanova Marche: 86-84 il punteggio finale

Scritto da  Dic 08, 2019

CIVITANOVA MARCHE-TRAMEC CENTO 86-84 (16-27; 28-19; 28-19; 14-19)

Civitanova Marche: Masciarelli 6, Alessandri 5, Pierini 11, Felicioni 8, Vallasciani 0, Amoroso F. 21, Cimini n.e, Amoroso V. 28, Rocchi 5, Trapani 2. All: Domizioli

Tramec Cento: Rossi 13, Ranuzzi 11, Moreno 17, Fallucca 11, Paesano 8, Leonzio 14, Idrissou n.e, Morici 8, Vitale 2, Manzi n.e, Venturoli n.e. All: Mecacci

Tiri liberi: CIV 14/15 (93%); CEN 7/11 (63%)

Rimbalzi: CIV 32; CEN 30

Falli: CIV 17; CEN 19

Tiri da 2: CIV 15/25 (60%); CEN 25/49 (51%)

Tiri da 3: CIV 14/30 (47%); CEN 9/20 (45%)

La Benedetto XIV, reduce dalla vittoria contro Teramo, affronta la Virtus Civitanova Marche con l’obiettivo di vincere e consolidare il primato in classifica.

Inizio molto aggressivo per la Tramec Cento che, con un mini parziale di 5-0, prova subito a creare un piccolo gap con l’avversario. Civitanova, entrata in campo un po’ contratta, litiga con i ferri del PalaRisorgimento e rimane a lungo inchiodata a quota due punti. Cento, invece, grazie anche ad una difesa molto distratta degli avversari, riesce a trovare facilmente la via del canestro, raggiungendo in poco tempo la doppia cifra di vantaggio. Coach Domizioli prova con un time out a fermare il momento positivo della Tramec che, però, continua a macinare punti mandando a segno ogni tiro. Il primo quarto si chiude con Cento in vantaggio 27-16.

Nel secondo periodo prosegue la fuga della Benedetto XIV. I biancorossi, letali dall’arco dei tre punti, riescono a raggiungere in più occasioni quattordici punti di vantaggio. I padroni di casa, però, non mollano e, dopo un primo quarto piuttosto complicato dal punto di vista realizzativo, riescono a piazzare tre triple consecutive che obbligano Mecacci a chiamare time out. La situazione, però, non cambia perchè Civitanova recupera minuto dopo minuto fino ad arrivare al meno cinque (35-40). Cento, nonostante fatichi a trovare punti, riesce a gestire l’esiguo vantaggio e va alla pausa lunga in vantaggio 46-44.

Il secondo tempo si apre con il canestro del momentaneo più cinque della Tramec firmato da Ennio Leonzio. Il momento difficile per i biancorossi sembra passato ma Civitanova, molto precisa nel tiro da tre punti, riesce a ritrovare la parità a quota 49. Tutto da rifare, dunque per la Tramec che, però, dimostra ancora una vota di essere una grande squadra capace di superare con freddezza le situazioni più complicate. Passano pochi minuti, infatti, e le triple di Fallucca prima e Moreno poi riportano Cento sul 59-51. A metà del quarto, coach Mecacci si vede ancora una volta costretto a fermare la partita perchè i padroni di casa, grazie ad un’altra fiammata, riescono a riportarsi ad un solo possesso di distanza. Nei minuti finali, prova a scuotere i suoi Ennio Leonzio ma, le due triple in fila di Alessandri, consentono a Civitanova di andare all’ultimo break con sette punti di vantaggio.

La Tramec deve ritrovare lo smalto del primo quarto se vuole avere qualche chance di portare a casa il successo. L’inizio del quarto sorride alla Tramec che riesce a riportarsi ad un solo possesso di distanza. Peccato, però, che Civitanova continui a segnare da tre punti; è proprio il tiro pesante a consentire ai padroni di casa di tornare a dieci punti di vantaggio. La situazione sembra drammatica ma, nel momento più difficile, esce fuori la grinta della Tramec che, in poco più di due minuti, riesce a riportarsi sul meno tre. Tutto sembra apparecchiato per l’ennesima rimonta ma le cose non vanno come previsto. Civitanova, infatti, riesce a rimanere compatta e, sfruttando qualche errore banale dell’avversario, si porta sull’86-78. Cento stringe i denti e, grazie a un mini parziale, riesce a trovare il meno due con trenta secondi da giocare. L’ottima difesa di Morici su Amoroso regala a Cento l’opportunità di vincere la partita. Il pallone decisivo è nelle mani di Fallucca che, però, non riesce a trovare un buon tiro. Il match si chiude con la sconfitta della Tramec Cento che esce dal PalaRisorgimento battuta 86-84.

Ultima modifica il Domenica, 08 Dicembre 2019 19:58
Lorenzo Gaballo

Nato a Perugia, bolognese di adozione. Appassionato di sport,soprattutto di basket e calcio,sogno di diventare un giornalista sportivo e, mi auguro di trasformare la mia passione per lo sport in un lavoro.