La Virtus non ci sta: sulla sanzione a Teodosic presenta ricorso

Scritto da  Dic 10, 2019

 

 

 

La Virtus non ci sta. Dopo la squalifica comminata a Milos Teodosic, dopo la gara di domenica a Cremona, “perché sebbene espulso per somma di fallo tecnico e fallo antisportivo rimaneva a contatto visivo della gara sostando nel tunnel di accesso agli spogliatoi [art. 36 RG]” (inizialmente con l’aggravante di essere capitano della squadra, ma la nota è stata ritirata quando in FIP si sono accorti - con straordinaria perspicacia - che il capitano della Virtus non è lui), sanzione “sostituita con ammenda di Euro 3.000,00”, oggi la società bianconera con una breve nota “comunica che è stato presentato reclamo contro la decisione assunta dal giudice sportivo nei confronti del giocatore Milos Teodosic, disponendo erroneamente “l’aggravante relativa alla carica di capitano della squadra”.

Sembrerebbe una reazione, dunque, soprattutto di principio, ad una decisione che in effetti porterebbe oltre al danno anche la beffa. Ricordiamo infatti le modalità assai discutibili con cui si è giunti alla espulsione di Teodosic, considerato reo di un fallo antisportivo per averlo compiuto dopo che il gioco era stato fermato. In verità, la registrazione della partita evidenzierebbe come il fallo commesso da Teodosic avvenga una frazione di secondo dopo un primo fischio di un arbitro, tanto che il giocatore serbo se ne dichiara subito colpevole ritenendo che sia stata fischiata la propria infrazione, peraltro nella norma del gioco. L’incomprensione sul campo si è aggravata per il fatto che essendogli già stato comminato un tecnico per proteste (su un fallo peraltro inesistente, come dimostrato dalla registrazione televisiva) la somma dei due ha provocato l’immediata sua espulsione.

Tuttavia il problema è anche che inizialmente nella decisione dei giudici federali era stata indicata per Teodosic l’aggravante di essere il capitano, per stabilire la consistenza della multa, ma una volta saputo che così non è la multa sia rimasta invariata.

Misteri federali.

qui, lo screenshot del momento in cui viene inizialmente fischiato fallo:

questo lo screenshot del fallo di Teodosic:

Ultima modifica il Martedì, 10 Dicembre 2019 18:13
Andrea Marcheselli

Bolognese, giornalista di ormai vecchia data, critico teatrale e letterario, da sempre appassionato di basket è stato giocatore, dirigente ma soprattutto allenatore, ed ora per 1000 Cuori Rossoblu anche commentatore delle vicende virtussine