Virtus Segafredo-Patrasso, Djordjevic: "Mi aspetto una reazione importante dalla squadra"

Scritto da  Dic 10, 2019

La Virtus Segafredo, dopo la prima sconfitta in campionato subita sul parquet della Vanoli Cremona, torna a giocare in EuroCup. Le Vu nere, nonostante la qualificazione alle Top16 sia già stata conquistata, non possono permettersi distrazioni perchè, gli ultimi due match della regular season, serviranno per stabilire il piazzamento finale nel girone. Ad attendere i bianconeri c'è la difficile partita del PalaDozza contro Patrasso che, nella gara di andata, era riuscita ad imporsi con il punteggio di 78-69. Oltre a vincere, quindi, la Segafredo dovrà cercare di ribaltare lo scarto subito nel match di andata perchè potrebbe risultare decisivo in ottica classifica per conseguire il primo posto. Di seguito le parole di coach Djordjevic alla vigilia del match:

"Domani affronteremo Patrasso, un club ambizioso guidato da una nuova proprietà: possiedono alcune delle strutture sportive migliori di Europa. Tutto ciò è testimoniato dal fatto che stanno facendo un ottimo cammino  in EuroCup. Il match di andata, che decretò la nostra prima sconfitta stagionale, fu una partita difficile; sappiamo cosa aspettarci, dovremo mettere in campo energia, fisicità ed essere più accorti nella fase difensiva. Torniamo a giocare al Paladozza, un campo che i nostri giocatori apprezzano molto; dovranno essere loro i primi a trascinare i nostri tifosi e, insieme a loro, conquistare una vittoria che per il nostro cammino di Coppa significherebbe molto. Nell'ultima partita giocata a Cremona è mancato il nostro gioco: parlo dei rimbalzi, dei passaggi extra, della giusta reazione di squadra in alcuni momenti della partita, tutti fattori che non abbiamo messo in campo domenica. Mi aspetto una reazione importante dalla squadra: energia, intensità e fisicità saranno fondamentali per tutto l'arco dei 40 minuti".

Lorenzo Gaballo

Nato a Perugia, bolognese di adozione. Appassionato di sport,soprattutto di basket e calcio,sogno di diventare un giornalista sportivo e, mi auguro di trasformare la mia passione per lo sport in un lavoro.