Definito lo svolgimento della Coppa Intercontinentale. Per la Virtus Segafredo, esordio il 7/2 alle 18,30 photo www.championsleague.basketball

Definito lo svolgimento della Coppa Intercontinentale. Per la Virtus Segafredo, esordio il 7/2 alle 18,30

Scritto da  Gen 09, 2020

Riunitasi a Mies, in Svizzera, la FIBA ha deliberato in merito allo svolgimento della FIBA International Cup 2020, che si terrà a Tenerife dal 7 al 9 febbraio prossimi.

Le quattro società partecipanti saranno la Segafredo Virtus Bologna (ITA), vincitrice dell'ultima edizione della Basketball Champions League, che affronterà in semifinale i campioni della DIRECTV Liga de las Americas San Lorenzo de Almagro (ARG), e i padroni di casa Iberostar Tenerife (ESP) che si batteranno contro i campioni in carica della G League Rio Grande Valley Vipers (USA).

Il formato Final Four, adottato nella scorsa edizione, rimarrà invariato pure quest'anno, con le due semifinali che saranno disputate venerdì 7 febbraio mentre le finali per il primo ed il terzo posto si svolgeranno domenica 9 febbraio.

I giochi si svolgeranno come segue (tutti gli orari dell'ora locale - GMT):

Venerdì 7 febbraio

18:30 - Semifinale 1: Segafredo Virtus Bologna (ITA) - San Lorenzo de Almagro (ARG)

21:00 - Semifinale 2: Iberostar Tenerife (ESP) - Rio Grande Valley Vipers (USA)

 Domenica 9 febbraio

16:30 - Terzo posto in classifica

19: 00 - Finale

Come già annunciato, la competizione si svolgerà presso la Pabellón Insular Santiago Martín, la sede che ha ospitato la finale della Coppa del Mondo di pallacanestro femminile FIBA 2018, nonché la prima Final Four  della Champions League di pallacanestro nel 2017.

Questa è la seconda edizione consecutiva della Coppa Intercontinentale FIBA con i campioni in carica della NBA G League, Basketball Champions League e DIRECTV Liga de las Americas. Lo scorso anno l’AEK Atene ha ottenuto il titolo di Coppa Intercontinentale FIBA battendo il Flamengo (BRA)

Andrea Marcheselli

Bolognese, giornalista di ormai vecchia data, critico teatrale e letterario, da sempre appassionato di basket è stato giocatore, dirigente ma soprattutto allenatore, ed ora per 1000 Cuori Rossoblu anche commentatore delle vicende virtussine