Roma-Virtus Segafredo, Djordjevic: "Dobbiamo essere uniti e andare avanti con il nostro gioco difensivo. Precisione e disciplina saranno fondamentali"

Scritto da  Gen 11, 2020

Cerca riscatto la Virtus Segafredo che, dopo la dura sconfitta rimediata in EuroCup contro il Partizan Belgrado, inizia in trasferta il girone di ritorno del Campionato Italiano di Serie A. Le Vu nere, infatti, dovranno affrontare la Virtus Roma. Di seguito le parole di coach Djordjevic alla vigilia del match:

"Domani affronteremo una trasferta insidiosa contro una squadra in crescita che ha ritrovato una continuità societaria. Nelle partite giocate al PalaEur Roma ha dimostrato che sta tornando una grande del nostro campionato. Hanno aggiunto White, un giocatore che sicuramente sarà desideroso di fare bene, esperto, atletico e  che conosce il nostro campionato; in più, la crescita di Alibegovic nel corso della stagione, si sta rivelando molto importante per loro. Nel roster hanno giocatori come Jefferson e Dyson, che sono i principali pericoli per il nostro gioco, dato che entrambi sono molto forti nell'uno contro uno.  Dyson in campo aperto possiede un buon talento offensivo e Jefferson, dalla posizione di post basso, con tanti punti nelle mani, si è dimostrato essere una importante risorsa per il loro gioco. Dovremo essere bravi a difendere cinque contro cinque  e a rallentare la loro transizione offensiva. In casa Roma gioca una bella pallacanestro. Dovremo essere pronti ad imporre il nostro gioco, ad agire e prendere azioni piuttosto che reazioni, ed ottenere un'altra vittoria per continuare il nostro cammino in campionato, consapevoli del fatto che mercoledì ci attende una partita importante in EuroCup. Nelle ultime quattro partite abbiamo affrontato due trasferte molto toste, consumando molta energia, sia nervosa che fisica e, per questo motivo, dobbiamo essere uniti e andare avanti con il nostro gioco difensivo. Dobbiamo cercare la vittoria partendo dalla nostra difesa ed essere più precisi e disciplinati nell'eseguire ognuno i propri compiti."

Lorenzo Gaballo

Nato a Perugia, bolognese di adozione. Appassionato di sport,soprattutto di basket e calcio,sogno di diventare un giornalista sportivo e, mi auguro di trasformare la mia passione per lo sport in un lavoro.