Vittoria e primato per la Tramec Cento che batte Piacenza 73-58

Scritto da  Gen 12, 2020

TRAMEC CENTO-BAKERY PIACENZA 73-58(17-14; 16-19; 18-17; 22-8)

Tramec Cento: Idrissou n.e, Fallucca 15, Roncarati n.e, Ranuzzi 5, Morici 8, Venturoli n.e, Rossi 9, Paesano 14, Leonzio 10, Vitale 6, Moreno 6. All: Mecacci

Bakery Piacenza: Udom 6, Pedroni 3, Artioli 5, Perin 11, Chiozza n.e, Bruno 11, De Zardo 7, El Agbani n.e, Cena 3, Birindelli 12. All: Campanella

Tiri liberi: CEN 14/21 (66%); PIA 9/14 (64%)

Rimbalzi: CEN 42; PIA 34

Falli: CEN 20; PIA 20

Tiri da 2: CEN 19/39 (48%); PIA 17/39 (43%)

Tiri da 3: CEN 7/22 (31%); PIA 5/16 (3%)

Sfida al vertice per la Tramec Cento che, nel match valido per la prima giornata di ritorno del Campionato Italiano di Serie B, affronta tra le mura amiche del PalaSavena la Bakery Piacenza.

Il primo pallone del match è gestito dalla Tramec Cento che fa sentire subito la maggiore fisicità nel pitturato catturando ben due rimbalzi offensivi consecutivi prima con Rossi e poi con Leonzio che sblocca subito il punteggio con un gioco da tre punti. Non si fa attendere, però, la risposta di Piacenza che manda a bersaglio un canestro da tre punti con Artioli. La partita si gioca a ritmi molto alti; Cento cerca in più occasioni di scappare via ma qualche scelta affrettata in attacco consente a Piacenza di limitare i danni e rimanere in scia. Il quarto si chiude con la triple sulla sirena di Donato Vitale che consente alla Tramec di andare al primo break in vantaggio 17-14.

Nella prima fase del secondo quarto c’è il primo tentativo di spallata della Benedetto XIV. La truppa di coach Mecacci, infatti, cerca di sfruttare anche i giocatori in uscita dalla panchina come Paesano per mettere in difficoltà Piacenza che, però, tra un errore della Benedetto XIV e qualche fischio arbitrale non molto chiaro, riesce a tenersi ad un solo possesso di distanza dai padroni di casa. Il clima dentro al PalaSavena è rovente. La Benedetto XIV sembra essere molto nervosa e, a dimostrarlo, sono alcune palle perse sanguinose grazie alle quali la Bakery riesce a correre in transizione e trovare canestri facili. Negli ultimi minuti del primo tempo torna ad essere più fluido l’attacco della Tramec che, però, soffre e non poco in fase difensiva. Il canestro in post basso di Emanuele Rossi riporta il punteggio in parità e manda le due squadre negli spogliatoi sul risultato di 33-33.

Al rientro in campo si fa subito trovare pronto Yankiel Moreno che torva il canestro del sorpasso dalla media distanza. Non si fa cogliere impreparata la Bakery Piacenza che, grazie ad un’ottima difesa, piazza un mini parziale che la porta sul più cinque obbligando coach Mecacci a fermare la partita. Il pubblico arrivato da Cento capisce il momento difficile e cerca in tutti i modi di supportare la squadra. Il calore del pubblico sembra caricare la truppa di coach Mecacci che, nonostante Piacenza cerchi in più occasioni di dare la spallata decisiva, riesce a rimanere sotto i cinque punti di scarto. La tripla di Fallucca seguita dal canestro del sorpasso di Vitale infiamma ulteriormente un PalaSavena rovente. Il terzo quarto si chiude con la tripla tentata da Leonzio che si spegne sul primo ferro. Si va, quindi, all’ultimo break con la Benedetto XIV in vantaggio 51-50.

Nell’ultimo periodo è la Benedetto XIV a fare la voce grossa. Moreno e compagni, infatti, spinti dalle giocate da campione di Fallucca, iniziano gli ultimi dieci minuti con un parziale di 5-0 che spinge coach Campanella a chiamare time out. La situazione però non cambia perchè Cento, oltre a giocare molto bene in attacco, sembra anche aver risolto i problemi in difesa. Piacenza non trova più la via del canestro e ciò consente alla Tramec di raggiungere la doppia cifra di vantaggio (64-51). Gli ultimi minuti di gioco sono decisivi per le sorti del match. Cento lo sa bene ed è molto brava a non alzare il piede dall’acceleratore. La schiacciata di Paesano del 70-56 chiude la partita. Vince Cento che sfrutta il fattore campo per ribaltare il risultato dell’andata e raggiunge Fabriano, battuta da Ancona, in testa alla classifica.

Ultima modifica il Domenica, 12 Gennaio 2020 19:56
Lorenzo Gaballo

Nato a Perugia, bolognese di adozione. Appassionato di sport,soprattutto di basket e calcio,sogno di diventare un giornalista sportivo e, mi auguro di trasformare la mia passione per lo sport in un lavoro.