la Virtus 1945/46, prima Vnera scudettata! la Virtus 1945/46, prima Vnera scudettata! foto Virtuspedia

I primi successi Virtus sempre in Toscana!

Scritto da  Gen 16, 2020

 

 

La Virtus, nella seconda giornata del girone di ritorno, affronterà Pistoia. Si giocherà a Bologna, ma la mente corre ai viaggi in Toscana richiamando alla memoria le prime grandi conquiste nella storia delle V nere. Nel 1934 la Virtus affrontò il campionato di Prima Divisione, in pratica la seconda serie: era la prima volta che le V nere affrontavano competizioni fuori dai confini cittadini. Dopo un doppio successo nell'eliminatoria contro il GUF Galvani, le V nere affrontarono un girone a tre, con Guf Firenze, sempre sconfitto, e Acega Trieste. Bolognesi e giuliani terminarono le partite con sei punti e fu necessario uno spareggio a Venezia, il 10 giugno 1934. Vinse la Virtus 33-20, qualificandosi per le finali di Firenze. Il 13 luglio i bianconeri sconfissero la Ginnastica Roma per 17 a 16. Grande protagonista dell'incontro fu Pirazzoli, autore di 9 punti. Il giorno dopo fu di riposo per gli emiliani, mentre i romani cedevano anche di fronte all'US Milanese; l'indomani la sfida tra le V nere e i lombardi diventava decisiva. Fu Palmieri, fino a quel punto a secco, a segnare da metà campo il canestro decisivo: 14-16. La Virtus Bologna poté così festeggiare la promozione nella massima serie.

Ecco le formazioni della Virtus che scesero in campo a Firenze:

 

13 luglio 1934

Virtus Bologna - Ginnastica Roma                                       17-16

(Pirazzoli 9, Vannini 3, Marinelli 3, Valvola 2, Palmieri, Paganelli, Rossetti, Cao)

 

15 luglio 1934

US Milanese Milano - Virtus Bologna                                 14-16

(Pirazzoli 3, Vannini 3, Marinelli 1, Valvola 6, Palmieri 2, Paganelli, Rossetti 1, Cao)

La Virtus nel 1934

 

 

 

 

Dodici anni dopo sembra passata una vita. Da un anno è terminata la guerra quando parte il campionato. Il primo scudetto ha una storia singolare: i dirigenti della Virtus furono sospesi perché sospettati di troppa vicinanza al regime e così l’inizio del campionato fu disputato dalla Fortitudo Sisma, nella quale si erano trasferiti i giocatori della Virtus. Questa squadra mista vinse il girone regionale emiliano comprendente anche Giovane Italia Reggio Emilia, Olimpia Ravenna e Libertas Ravenna, classificatesi nell’ordine. A primavera i dirigenti furono prosciolti, in tempo perché la squadra riprendesse la denominazione Virtus e vincesse a Reggio Emilia, in aprile, il girone B della fase semifinale nord, battendo Genoa, Ginnastica Torino e San Giusto Trieste. Il girone a tre finale è in programma a fine luglio al campo del Tennis Viareggio. Il 26 le V nere battono nettamente la Libertas Roma, chiamata a sostituire la Postelegrafonici Roma rinunciataria, con il punteggio di 54-25, primo tempo 25-8, migliore realizzatore Vannini con 19 punti; due giorni dopo c'è la gara decisiva contro Venezia e i bolognesi prevalgono 35-31, con 11 punti di Rapini. Per la Virtus è il primo scudetto, il primo di un meraviglioso poker, quattro consecutivi, il primo trofeo di una lunghissima serie.

Di seguito, nel dettaglio, le gare che portarono le V nere al primo scudetto:

 

26 luglio 1946

Libertas Roma - Virtus Bologna                                           25-54

(Girotti 8, Rapini 13, Vannini 19, Cherubini 8, Dondi Dall’Orologio, Bersani, Calza 8)

 

28 luglio 1946

Reyer Venezia - Virtus Bologna                                           31-35

(Girotti 4, Rapini 11, Vannini 6, Cherubini 4, Dondi Dall’Orologio, Bersani 4, Marinelli 6, Calza)

 

 

 

 

Ultima modifica il Sabato, 18 Gennaio 2020 02:50