Virtus Segafredo-Pistoia, Djordjevic: "Per vincere domani sarà fondamentale l'atteggiamento"

Scritto da  Gen 17, 2020

Dopo la vittoria in EuroCup ottenuta contro il Darussafaka, la Virtus Segafredo si rituffa nel Campionato Italiano. Ad attendere i bianconeri c’è l’insidiosa sfida di domani, palla a due alle ore 20.30, contro Pistoia. La sfida contro la formazione toscana non va sottovalutata perchè Pistoia va a caccia di punti importanti per la classifica. Proprio per questo motivo, la Virtus dovrà scendere in campo con la giusta mentalità in modo da spegnere subito le speranze di vittoria degli avversari. Di seguito le parole di coach Sasha Djordjevic alla viglia del match:

“Domani ci aspetta un’altra partita di campionato, dobbiamo essere preparati, concentrati e con tanta voglia di fare bene. L’atteggiamento sarà cruciale perchè ci può essere il rischio di prenderla sottogamba. Sono fiducioso che la mia squadra affronterà la partita nel modo giusto, giocheremo ancora per vincere”.

Ogni tanto guardi alla classifica?

“Fa sempre piacere stare in alto. Bisogna, però, continuare a giocare senza guardare troppo alla classifica”.

Come sta la squadra fisicamente?

“Abbastanza bene, ieri ci siamo allenati tranquillamente. C’è qualche acciacco ma stiamo facendo di tutto per arrivare alle partite nella migliore condizione possibile”.

Pensi già alla partita di EuroCup?

“Certo, sappiamo che la partita di domani non va presa sottogamba ma allo stesso tempo guardiamo anche ai prossimi impegni”.

I tanti rimbalzi concessi contro il Darussafaka a cosa pensi che siano dovuti?

“I giocatori hanno tutti dei compiti precisi e quando non riescono a rispettarli accade quello che è successo contro il Darussafaka. Dovremo essere più bravi a conquistare rimbalzi di squadra”.

La scorsa partita hai lasciato per qualche minuto in panchina sia Teodosic che Markovic.

“Si, ho ritenuto giusto lasciarli in panchina in quel momento e ricapiterà sicuramente in futuro”.

Rendere la squadra meno dipendente da Markovic e Teodosic è un tuo traguardo?

“E’ un traguardo di tutti perchè ci possono essere partite cruciali in cui l’avversario capisce come frenare Markovic e Teodosic e quindi è necessario che tutta la squadra sia pronta”.

Rivedremo questa mossa anche domani sera?

 “Preparo sempre le partite in un certo modo. Stiamo crescendo sempre di più, per esempio, Pajola sta lavorando molto, Cournooh anche e cito anche Baldi Rossi”.

 

 

 

Ultima modifica il Venerdì, 17 Gennaio 2020 17:12
Lorenzo Gaballo

Nato a Perugia, bolognese di adozione. Appassionato di sport,soprattutto di basket e calcio,sogno di diventare un giornalista sportivo e, mi auguro di trasformare la mia passione per lo sport in un lavoro.