La sfida per il primato è della Tramec Cento che batte Fabriano 68-66

Scritto da  Feb 22, 2020

TRAMEC CENTO-JANUS FABRIANO 68-66 (18-17; 13-12; 16-20; 16-15)

Tramec Cento: Bedin 0, Fallucca 18, Roncarati n.e, Ranuzzi 9, Morici 14, Venturoli n.e, Rossi 12, Paesano 4, Vitale 0, Moreno 11. All: Mecacci

Janus Fabriano: Fratto 8, Cianci 0, Radonjic 7, Garri 21, Cola n.e, Paolin 9, Del Testa 7, Petrucci 10, Pacini n.e, Fontana 4. All: Pansa

Tiri liberi: CEN 5/9; FAB 14/18

Rimbalzi: CEN 44; FAB 39

Falli: CEN 21; FAB 19

Tiri da 2: CEN 21/48; FAB 17/31

Tiri da 3: CEN 7/26; FAB 6/24

Sfida cruciale per la Benedetto XIV Cento che, tra le mura amiche del PalaSavena, ospita la capolista Fabriano in un match che si prospetta molto equilibrato.

Inizio molto aggressivo della Benedetto XIV che cerca di sfruttare al meglio la transizione per cogliere impreparata la difesa di Fabriano. Grazie anche ad una fase difensiva ottima, la Tramec riesce in poco più di due minuti a rubare tre palloni ed a scappare, così, sul 13-8. Il divario tra le due squadre potrebbe essere più elevato ma, qualche imprecisione di troppo di Cento, consente alla formazione ospite di rientrare in partita nei minuti finali. La prima frazione termina con la Benedetto XIV in vantaggio 18-17.

Nel secondo periodo le due squadre alzano decisamente il ritmo del match. Cento sfrutta molto i problemi difensivi di Fabriano nel pitturato ma, la formazione allenata da coach Pansa, è molto brava a non scomporsi. La tensione in campo è evidente tanto che, nei minuti centrali del quarto, saltano i nervi sia a Radonjic che al coach della formazione ospite. Prosegue tutto secondo i piani, invece, per la Benedetto XIV. La formazione di casa, infatti, riesce con un mini-parziale di 5-0 a raggiungere i sette punti di vantaggio. Passa appena un minuto di gioco, però, ed ecco che Fabriano, spinta dai canestri dei suoi due uomini più pericolosi ovvero Paolin e Garri, si riavvicina ad un solo possesso di distanza. Il primo tempo si chiude nel migliore dei modi per i biancorossi che riescono a contenere il rientro dell’avversario ed andare all’intervallo lungo in vantaggio 36-31.

Il secondo tempo comincia con Morici assoluto protagonista. Il numero otto della Benedetto XIV, infatti, manda a segno due bombe consecutive che, seguite poi da una tripla ma di Fallucca, regalano a Cento il massimo vantaggio del match (45-36). Fabriano, però, dimostra ancora una volta di essere un osso duro perchè, in pochi minuti, riesce con un mini-parziale a tornare ad un solo possesso di distanza. Il quarto si chiude con il canestro non valido di Alex Ranuzzi che manda le due squadre all’ultimo break sul 52-51 in favore della Benedetto XIV.

Il quarto periodo si apre con il canestro in post-basso di Luca Garri che regala a Fabriano il sorpasso (53-52). Al canestro del numero quindici biancoblù risponde Morici che riporta subito in vantaggio la Tramec. Si prospetta un arrivo in volata perchè nessuna delle due squadre riesce a dare la spallata decisiva. Si entra negli ultimi cinque minuti di partita con Fabriano in vantaggio 57-54. Cento spinge sull’acceleratore perchè il tempo stringe. Al canestro di Ranuzzi segue la tripla in transizione di Fallucca che fa esplodere il PalaSavena e riporta Cento in vantaggio. Fabriano non si demoralizza e risponde subito con il canestro di Paolin. I minuti finali di partita si giocano a ritmi altissimi. Rossi riporta in vantaggio la Benedetto XIV ma ecco che Fabriano piazza un 4-0 di parziale che la porta sul 66-63. A venti secondi dal termine Cento ha il possesso per vincere. A prendersi la responsabilità è Moreno che, con un canestro in step back, porta Cento in vantaggio 68-66. Ci sono ancora quattro secondi da giocare e Fabriano, sfruttando questo poco tempo a disposizione, prova un ultima tripla. Il pallone si spegne sul primo ferro e Cento conquista, quindi la vittoria. Il match si chiude con il successo della Tramec per 68-66. Grazie ai due punti conquistati, la Benedetto XIV aggancia Fabriano in testa alla classifica del Girone C.

Ultima modifica il Domenica, 23 Febbraio 2020 14:17
Lorenzo Gaballo

Nato a Perugia, bolognese di adozione. Appassionato di sport,soprattutto di basket e calcio,sogno di diventare un giornalista sportivo e, mi auguro di trasformare la mia passione per lo sport in un lavoro.