Duro comunicato della Euroleague sul caso Virtus-Darussafaka

Scritto da  Mar 03, 2020

Un severo comunicato è giunto da parete della Euroleague Basketball, per dirimere ogni dubbio e cancellare le voci che si sono diffuse sulla travagliata vicenda della gara Darussafaka-Virtus Segafredo, rinviata a seguito dei provvedimenti presi dal governo turco. Questo il teso diffuso:

A seguito della sospensione della partita del Round 6 delle Top 16 della 7DAYS EuroCup tra Darussafaka Istanbul e Segafredo Virtus Bologna a causa dell’impossibilità per la squadra in trasferta di entrare nel territorio turco, Euroleague Basketball vorrebbe dichiarare quanto segue:

• La decisione di sospendere la partita e riprogrammarla è stata presa esclusivamente sulla base dell’impossibilità di Segafredo Virtus Bologna di entrare nel territorio turco a causa del Ministero degli Affari Esteri turco che limita l’accesso al paese a chiunque abbia viaggiato in Italia durante i 14 giorni precedenti.
• Il Governo italiano, il Ministero dello Sport e la Federazione Italiana Pallacanestro non hanno mai contattato Euroleague Basketball in merito alla partita sopra menzionata, pertanto nessuna indicazione da parte degli enti citati è stata né ricevuta né presa in considerazione al fine di adottare questa decisione. Le citazioni di Gianni Petrucci, presidente della FIP, pubblicate su diversi media non hanno alcun fondamento in quanto la FIP non ha giocato alcun ruolo in questa situazione.
• L’unico contatto tra le istituzioni italiane e Euroleague Basketball è avvenuto tramite l’ambasciata italiana in Spagna, che ha chiesto informazioni a Euroleague Basketball, ed è stata tenuta informata sull’evoluzione della situazione concordata con esse. Tuttavia, non è stato ricevuto nessun suggerimento da parte dell’ambasciata italiana.

Andrea Marcheselli

Bolognese, giornalista di ormai vecchia data, critico teatrale e letterario, da sempre appassionato di basket è stato giocatore, dirigente ma soprattutto allenatore, ed ora per 1000 Cuori Rossoblu anche commentatore delle vicende virtussine