Eurolega: la volontà dei membri del comitato è quella di portare a termine la stagione non appena la situazione lo consentirà Foto Euroleague Basketball

Eurolega: la volontà dei membri del comitato è quella di portare a termine la stagione non appena la situazione lo consentirà

Scritto da  Mar 25, 2020

Il Consiglio direttivo degli azionisti di Euroleague si è riunito in remoto oggi, mercoledì 25 marzo per analizzare l’evoluzione della pandemia globale COVID-19 nelle sue attività collettive e individuali, comprese le competizioni e le comunità. Dalla riunione è emerso che la volontà dei membri del comitato sia quella di portare a termine la stagione con l’attuale format non appena la situazione lo consentirà. Di seguito il comunicato rilasciato da Euroleague Basketball:

I membri del comitato esecutivo hanno concordato che:

– Le competizioni riprenderanno quando la situazione consentirà che ci siano condizioni ottimali di salute e sicurezza per tutti i partecipanti, seguendo le raccomandazioni delle autorità sanitarie competenti e dei governi locali.

– Dare la priorità all’idea di finire la stagione di EuroLeague 2019-20 con il suo formato esistente, che significa giocare la parte restante della Regular Season, Play-off e Final Four. Molto probabilmente ciò implicherà il dover finire oltre la data di maggio originariamente programmata, con una frequenza delle partite potenzialmente condensata, se necessario. Le stessa priorità verrà applicata alla stagione di EuroCup 2019-2020.

– Continuare ad analizzare potenziali alternative per portare a termine la stagione, che potrebbero essere attivate solo se la situazione lo richiedesse.

– Politiche e principi comuni da proporre all’Associazione dei giocatori di EuroLeague e al Consiglio degli allenatori di EuroLeague, che includono, tra l’altro: il potenziale ritorno di giocatori e allenatori nelle loro città d’origine; impegni dei giocatori e degli allenatori, incluso l’adeguamento dei salari durante la sospensione delle competizioni.

– Rendere più flessibili i regolamenti sulla stabilità finanziaria e sul fair play fino a quando non si avranno più certezze sull’evoluzione futura della situazione finanziaria.

– L’importanza per tutte le parti interessate (campionato, squadre, giocatori, allenatori, arbitri e ambasciatori) di riconoscere la propria responsabilità come punti di riferimento e/o come fonte di ispirazione per molti, di contribuire in modo coordinato per aiutare a combattere COVID-19 in ogni modo possibile. Ciò può essere fatto sensibilizzando tutti su come poter contribuire a mitigare la diffusione del virus, rimanendo il più vicino possibile alle comunità bisognose o semplicemente fornendo alle persone confinate a casa alcuni contenuti divertenti sulla loro più grande passione, il basket. La campagna #EUROLEAGUEUNITED aggregherà ed espanderà gli sforzi già compiuti da tutte le parti interessate per supportare le campagne globali in corso, tra cui #IStayHome o #InThisTogether.

Le conclusioni della riunione sono state successivamente condivise con tutti i restanti club di EuroLeague ed EuroCup.

Euroleague Basketball

 

The Euroleague Commercial Assets Shareholders Executive Board met remotely on Wednesday, March 25, to analyze the evolution of the COVID-19 global pandemic in its collective and individual businesses, including the competitions and communities.

Executive Board members agreed that:

- The competitions will resume once the situation allows there to be optimal health and safety conditions for all participants, following the recommendations of the relevant health authorities and local governments.

- Prioritizing the finish of the 2019-20 Turkish Airlines EuroLeague season with its existing format, meaning playing the remaining Regular Season, Playoffs and Final Four phases. This would most probably imply ending beyond the originally scheduled May dates, with game frequency potentially being condensed, if necessary. The same priority will be applied to the 2019-20 7DAYS EuroCup season.

- Continuing to analyze potential alternative competition systems that could be activated only if the situation would so require.

- Common policies and principles to be proposed to the EuroLeague Players Association and the EuroLeague Head Coaches Board, which include, amongst others: the potential return of players and head coaches to their home cities, and; players and head coaches’ commitments, including adjusted salary payments during the competitions suspensions.

- Making the 2019-20 Financial Stability & Fair Play Regulations more flexible until there is more certainty on the future evolution of the financial situation.

- The importance for all stakeholders (league, clubs, players, coaches, referees, ambassadors) to acknowledge their responsibility as points of reference and/or as sources of inspiration for many, to contribute in a coordinated manner to help combat COVID-19 in every way possible. This may be by raising awareness of how everyone can contribute to mitigate the spread of the virus, by staying as close as possible to those communities in need, or by simply providing those confined at home with some entertaining content around their biggest passion, basketball. The #EUROLEAGUEUNITED campaign will aggregate and expand the efforts already made by all stakeholders to support ongoing global campaigns, including #IStayHome or #InThisTogether.

The conclusions of the meeting were subsequently shared with all remaining 2019-20 EuroLeague and EuroCup clubs.

Ultima modifica il Mercoledì, 25 Marzo 2020 17:58
Lorenzo Gaballo

Nato a Perugia, bolognese di adozione. Appassionato di sport,soprattutto di basket e calcio,sogno di diventare un giornalista sportivo e, mi auguro di trasformare la mia passione per lo sport in un lavoro.