Tomas Van den Spiegel Tomas Van den Spiegel foto Fiba.basketball

Corriere di Bologna - Van den Spiegel: “La situazione è un disastro. Assegnazione alla Virtus? Scudetto di cartone”

Scritto da  Alberto Aghakhan Mar 27, 2020

Nel dibattito sulla ripresa o meno del massimo campionato di basket italiano, dice la sua opinione anche il presidente Uleb ed ex Fortitudo (dal 2002 al 2004) Tomas Van den Spiegel, che da parecchi giorni si trova presso la propria abitazione a Gand, dove la situazione appare sotto controllo grazie alla rapidità delle autorità competenti.

Intervistato da Enrico Schiavina per il Corriere di Bologna, l’ex cestista belga, dopo aver sottolineato la gravità economica della situazione in tutta Europa, per cui spesso valgono le decisioni delle singole autorità dei rispettivi Paesi (Lituania, Polonia e Belgio hanno già assegnato il titolo), si focalizza più specificatamente sulla situazione italiana. In merito, definisce come “Scudetto di cartone” l’eventuale assegnazione del titolo alle Vu nere e afferma che al momento è impossibile prevedere una ripartenza estiva del campionato. In seguito, Van den Spiegel insinua dei dubbi sulla ripresa delle competizioni europee come Champions ed Eurolega, definendo quest’ultima come “Un prodotto non chiaro”, a causa dei calendari ingolfati e della formula frammentata.

Inoltre, il discorso del belga si allarga a tutta la società civile, augurandosi la fine della pandemia con la speranza di ritrovare in seguito l’entusiasmo perduto che solo lo sport riesce a trasmettere. A riguardo, il pensiero ritorna inevitabilmente alle sue celebri partite in maglia biancoblu, tra cui il derby del 2002, con la storica rimonta dal -13 nel secondo tempo: questa partita, sottolinea lo stesso Van den Spiegel, in un certo senso fu lo spartiacque della sua carriera, dopo un brutto infortunio e annate nel mediocre campionato belga. A fine stagione dello stesso anno ritornò comunque all’Ostenda, per poi trasferirsi al CSKA di Messina nel 2005, in cui vinse due volte l’Eurolega.

Da quella breve esperienza rimase comunque particolarmente legato alla maglia biancoblu e ai suoi tifosi, al punto da riservare un biglietto per il derby di aprile. Infine, la domanda che tutti si pongono: il derby verrà quindi rinviato o ci sarà direttamente il prossimo anno? Ai posteri l’ardua sentenza.