Daniele Cinciarini Daniele Cinciarini Michael Mucci

Sotto i riflettori: Daniele Cinciarini

Scritto da  Apr 08, 2020

“La Fortitudo? La sento come casa mia”. Poche parole, ma che riassumono alla perfezione quello che è il rapporto tra l’Aquila e Daniele Cinciarini. Giunto all’ombra delle due Torri nell’Aprile del 2017, la guardia cremonese si è guadagnata in breve tempo un ruolo centrale all’interno dell’organico biancoblù, contribuendo sin da subito alla causa nei playoff dello stesso anno. Duttile, tecnico e di grande esperienza, l’impatto del classe ’83 è stato immediato: 9,8 punti di media, alzatisi nella post season dell’anno seguente a 14,3, fino alla promozione conquistata con tre giornate di anticipo nella scorsa stagione viaggiando a 13,8 punti di media a gara.

QUALITA’.

Capace di svolgere molteplici compiti all’interno di un sistema, una delle doti più in luce di Cinciarini è sicuramente il tiro dalla distanza, soluzione con cui è andato a segno la passata stagione il 42% delle volte. Ma questa non è l’unica arma nell’arsenale della guardia biancoblù: la sua grande esperienza gli permette di leggere in anticipo i giochi difensivi avversari, permettendogli di andare a segno agevolmente all’interno del perimetro, o di procurarsi tiri liberi fondamentali a cronometro fermo.

RINFORZO.

A seguito della promozione in A1, le gerarchie della squadra di Antimo Martino sono mutate, vedendo il cremonese scivolare tra le seconde linee dei biancoblù. Un ruolo a suo modo importante, che non sminuisce il valore di un giocatore rendendolo capace di incidere partendo dalla panchina. Idea che però non si è concretizzata nei fatti: in 21 partite disputate sono stati solo 5.8 i punti di media, uniti a 1 rimbalzo e 0,6 assist, rendimento sotto la media e che riflette l’andamento ondivago della Fortitudo, incapace di ricevere una spinta adeguata dalla panchina nei momenti di necessità. Nonostante un impatto diverso dalle aspettative, sono stati numerosi gli acuti della guarda nativa di Cremona: gli 11 punti contro la Virtus Roma all’andata, i 12 nel Derby natalizio, fino all’apice raggiunto al Taliercio in casa della Reyer Venezia, con 15 punti, 2 rimbalzi, 1 assist e una palla recuperata.

Lele Carl Malaguti

Emanuele Malaguti, piú comunemente noto come Lele Carl, aspirante giornalista, appassionato di tutte le discipline sportive, in primis calcio e basket. Tifoso del Bologna Fc, della Fortitudo e dei Boston Celtics, regista e speaker radiofonico, irriducibile sognatore..