Il Corriere di Bologna - Virtus, il giorno della verità

Scritto da  Giu 03, 2020

 

Luca Aquino per il “Corriere di Bologna “ fa una disamina in data odierna sul mercato delle squadre bolognesi e sulle prospettive per la partecipazione della Virtus all’Eurolega.

In data odierna infatti si terrà ad Atene la conferenza stampa del proprietario del Panathinaikos Dimitris Giannakopoulos, dopo aver minacciato di abbandonare l’Eurolega nei giorni scorsi. La Virtus spera infatti spera nella wild card, anche se in pochi credono ad un vero passo indietro del club greco.

Sul fronte mercato, si continua a lavorare sui pochi elementi che servono a completare il  roster. La firma di Alibegovic ha chiuso il reparto lunghi, per il quale avanza la conferma di Delia e si valutano i progressi di Camara, mentre si cercano una guardia e un’ala piccola. Abass è ancora l’obiettivo numero uno, ed il buon esito di questa operazione orienterà la scelta della guardia americana (piace Walden del Partizan), o potrebbe ribaltare le strategie, virando su un italiano (Michele Vitali?), vista la carenza di ali piccole e una guardia straniera.

 

Sul mercato fortitudino si sondano più tavoli, con Meo Sacchetti in sella da pochi giorni e una squadra da adeguare al suo gioco, anche se probabilmente non ci saranno  innesti da Cremona. Si chiude a breve per Gherardo Sabatini, figlio dell’ex patron bianconero,  che si alternerebbe a Fantinelli in regia. Per portare avanti il concetto di Club Italia si potrebbe infatti partire con  tre soli stranieri (Sims, un’ala forte, una guardia), dando molto spazio agli italiani, tra cui si sonda Giordano Bortolani di Biella. Con Aradori come punto fermo e Mancinelli come cambio dell’ala forte, sotto canestro resta invece alta l’attenzione su Amedeo Tessitori, specialmente nel caso in cui Sims lasci Bologna.