Sacchetti: domani con Cremona dovremo ripartire con un atteggiamento migliore

Scritto da  Ago 31, 2020

È abbastanza perentorio Meo Sacchetti nel presentare la partita di Supercoppa di domani contro la Vanoli Cremona. Queste le sue parole: 

Si torna in campo, contro Cremona, vorrai ripartire con maggior aggressività e determinazione per tutti quaranta minuti rispetto all’incontro con i reggiani?

Vorrei ripartire molto meglio, più che altro, perché ci può stare in preparazione avere degli alti e bassi, però c’è un dato importante: una squadra come la nostra non può recuperare solo un pallone in tutta la partita. Questa è stata la cosa più brutta di sabato, perché ci vuole più aggressività

Come si deve lavorare in sole 72 ore per poter migliorare?

La nostra è stata una brutta sconfitta; ci sono rimasto male, ci sono rimasti male anche i giocatori. Adesso bisogna vedere che reazione avremo sotto l’aspetto emotivo, prima ancora che tecnico

A livello di organico cambierà qualcosa?

No, è tutto a posto. Adesso abbiamo undici giocatori, è un po’ difficile giocare con tutti, cercheremo di avere qualche equilibrio in più. Speriamo di poter gestire meglio questa partita

A livello offensivo cercherete di spalmare di più il bottino?

Abbiamo alcuni giocatori che hanno maggiore in effetti facilità di fare canestro; i due ragazzi americani sono ancora un po’ titubanti per le differenze che riscontrano nella nostra pallacanestro, occorre certo che anche loro giochino con un po’ più di coraggio, con una maggiore presenza sul parquet

Cremona arriva alla seconda partita stagionale

Ho fatto tre anni bellissimi a Cremona, però di quella squadra è rimasto poco, Palmi, qualche ragazzo giovane: vedrò volentieri questi che sono rimasti

Alla fine Cremona è riuscita ad iscriversi al campionato

Penso che sia meglio per Cremona e per il campionato avere tutte le sedici squadre aventi diritto a partecipare

Andrea Marcheselli

Bolognese, giornalista di ormai vecchia data, critico teatrale e letterario, da sempre appassionato di basket è stato giocatore, dirigente ma soprattutto allenatore, ed ora per 1000 Cuori Rossoblu anche commentatore delle vicende virtussine